Il Milan ora scommette su Vangioni

Il Milan ora scommette su Vangioni

La strana storia dell’argentino Leonel Vangioni: da flop a titolare inamovibile. Vincenzo Montella lo ha rilanciato ed adesso si fida anche di lui

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport – Stadio’ ha dedicato un articolo di approfondimento a Leonel Vangioni, laterale difensivo mancino classe 1987 che il Milan ha prelevato la scorsa estate, a parametro zero, dal River Plate. Da oggetto misterioso a titolare inamovibile di questa squadra, per Vangioni il passo è stato piuttosto breve: fino al 16 gennaio scorso, giorno di Torino-Milan, l’argentino non aveva mai messo piede in campo in gare ufficiali. Quindi, il debutto in rossonero proprio contro i granata e, 15 giorni dopo, il bis ad Udine. Per un totale di 19′ di Milan in 7 mesi.

Poi, qualcosa è cambiato. Sembrava sul punto di partire nel mercato di gennaio (per lui, spingeva il Siviglia di Jorge Sampaoli, suo estimatore), quindi l’infinita serie di infortuni nel reparto arretrato, con Mattia De Sciglio, Davide Calabria e Luca Antonelli out in contemporanea hanno suggerito ad Adriano Galliani, ed a Vincenzo Montella, di non privarsene. La soluzione d’emergenza, dunque, è diventata scelta obbligata, e, in occasione di Bologna-Milan dell’8 febbraio scorso, dopo aver visto fallire l’esperimento di Alessio Romagnoli terzino sinistro, Montella lo ha promosso titolare.

Il Milan centra l’impresa, vince in 9 contro 11 e Vangioni è tra i migliori in campo nonostante sia pieno di preoccupazione per la sua bambina appena nata, costretta a trascorrere qualche notte in incubatrice. Da quella sera al ‘Dall’Ara’, Vangioni non è più uscito di squadra: 5 gare di fila, contro avversari molto difficili, come Felipe Anderson della Lazio e Federico Chiesa della Fiorentina, ma lui ha sempre convinto ed il Milan ha (quasi) sempre vinto, conquistando 13 punti sui 15 disponibili. Oltre che utile, l’argentino si sta rivelando anche un vero e proprio talismano per i rossoneri.

Il prode Leonel sarà titolare anche venerdì sera a Torino contro la Juventus, per una ribalta più che meritata dopo lo stentato inizio della sua avventura italiana: arrivato a Milano con i postumi di un infortunio muscolare, infatti, ha dovuto imparare a difendere e mandare a memoria i dettami tecnico-tattici di Montella. Non è facile fare il terzino in Italia, soprattutto dopo che in patria si gioca praticamente da ala: Vangioni, però, ha superato l’esame a pieni voti.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Adani: “Montella ha rilanciato Vangioni e Bacca”

Ag. Vangioni: “Montella si è ricreduto e gli ha dato fiducia”

Parla ancora l’agente: “Il futuro di Vangioni è al Milan”

Curiosità: ecco perché Leonel Vangioni ha scelto la maglia numero 21

5 cose che dovresti sapere su Leonel Vangioni

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy