Gazzetta – Milan, la prima sfida di Elliott: la nuova dirigenza

Gazzetta – Milan, la prima sfida di Elliott: la nuova dirigenza

Il Milan, sotto la gestione di Elliott, ripartirà da una nuova dirigenza. Dopo Leonardo, Umberto Gandini o Ivan Gazidis. Forse entrambi

di Daniele Triolo, @danieletriolo

‘La Gazzetta dello Sport’ in edicola questa mattina ha fatto il punto della situazione sul nuovo Milan, ora che si è ufficialmente insediato al comando il fondo Elliott Management Corporation di Paul Singer.

C’è un nuovo Presidente, Paolo Scaroni al posto dell’enigmatico Yonghong Li, c’è un nuovo Consiglio d’Amministrazione, ci sono delle nuove linee guida societarie: “Riconquistare lo status da Champions League”, sebbene rispettando “le norme UEFA in materia di Fair Play Finanziario”. Elliott ha fatto sapere che metterà subito 50 milioni di euro nel club e, intanto, si prepara ad un robusto restyling della dirigenza del Milan.

Licenziato per giusta causa l’ex amministratore delegato Marco Fassone, con cui si andrà presumibilmente per vie legali, è stato nominato A.D. ‘ad interim’ lo stesso Scaroni, in attesa che venga conferito l’incarico ad un nuovo dirigente “già identificato”, ha assicurato il Milan nel suo comunicato congiunto con Elliott di qualche giorno fa. A questo proposito, ha scritto oggi la ‘rosea’, la rosa dei nomi si sarebbe ristretta a soli due candidati.

Si tratta di Ivan Gazidis, attuale direttore esecutivo dell’Arsenal, ed Umberto Gandini, attuale direttore generale della Roma, dal momento che Michele Uva è intenzionato a proseguire il suo percorso con UEFA e F.I.G.C.. Due anche gli scenari: o una diarchia, con Gazidis amministratore delegato alla parte amministrativa e finanziaria e Gandini a quella politica e sportiva, idea che ad Elliott piacerebbe, oppure soltanto uno dei due, con l’italiano favorito.

Intanto, chi già sta lavorando per il Milan è il brasiliano Leonardo, che ritorna nel club di Via Aldo Rossi dopo esservi già stato come giocatore, come dirigente, come Presidente di ‘Fondazione Milan’ e come allenatore, nella stagione 2009-2010. Ha già iniziato a muoversi dietro le quinte da qualche giorno nel suo ruolo, quello di direttore tecnico, in attesa dell’investitura ufficiale che dovrebbe arrivare anche oggi o domani.

Si occuperà del mercato, degli acquisti e delle cessioni. Con chi? Difficilmente sarà con Massimiliano Mirabelli, sul punto di salutare anch’egli il Milan; probabilmente, per ora, smaltirà tutto il lavoro da solo. Poi, il Milan potrà andare su un nuovo direttore sportivo: rimbalzano, al momento, i nomi di Cristiano Giuntoli, attualmente al Napoli, e di Sean Sogliano.

‘La Gazzetta dello Sport’ ha rivelato come, nelle ultime ore, sia intercorsa una telefonata tra Leonardo ed Ariedo Braida: soltanto, però, una chiamata cordiale e nulla più. Non si è trattato, però, dell’unica telefonata fatta ieri da Leonardo: ne ha fatta un’altra, molto più importante … qui vi sveliamo il suo contenuto!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy