Derby, Montella: “Più gioco di loro ed un’anima: la mia”

Derby, Montella: “Più gioco di loro ed un’anima: la mia”

Stasera Inter-Milan: Vincenzo Montella, tecnico rossonero, spavaldo in conferenza stampa. “La società mi sostiene: chi scende dal carro con me non risale”

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Questa sera, alle ore 20:45, allo stadio ‘Giuseppe Meazza’ in San Siro andrà in scena l’atteso derby della Madonnina tra Inter e Milan. La sfida, già di per sé molto importante ai fini della classifica del campionato, nonostante si sia appena all’8^ giornata, è stata infiammata, ieri, dalle dichiarazioni in conferenza stampa dei due tecnici, Luciano Spalletti e Vincenzo Montella.

A Milanello, in particolare, l’Aeroplanino ha voluto sottolineare come le continue voci di una sua destituzione in caso di sconfitta siano totalmente infondate, poiché sente forte l’appoggio della società. Montella ha esorcizzato, con una metafora molto calzante, tale assioma: “L’allenatore ha ragione, è bello e ha gli occhi azzurri quando vince – ha dichiarato Montella, come riportato questa mattina da ‘La Gazzetta dello Sport’ -; al contrario ti accorgi di chi ti vuole bene davvero, vedi chi sale e chi scende dal carro. E con me, una volta che scendi, non risali più”.

Non ha specificato chi, eventualmente, sia sceso dal suo carro: non si tratta, comunque, di Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli (il quale ieri, su ‘Twitter’, ha smentito di aver incontrato a Lisbona il tecnico elvetico Vladimir Petković): “La società è stata fantastica: mi ha sostenuto e vivo la partita con serenità, senza farmi turbare da certi spifferi”, ha detto Montella, che ha sottolineato, poi, di poter contare su un gruppo unito, che rema compatto nella medesima direzione. “Leonardo Bonucci ed i nuovi contro i vecchi? Qui esiste una sola anima, la mia – il commento del tecnico campano a tal proposito -. Chi mi segue, segue il Milan, vecchi o giovani. Gli altri non sono dei vincenti. Ma vedo che tutto il gruppo è con me. E Leo arriverà prestissimo al suo livello”.

Il bilancio tra i due tecnici, Spalletti e Montella, vede in vantaggio il primo così come, in classifica, l’Inter è avanti di 7 punti rispetto al Milan. Il condottiero rossonero, però, ha lanciato il guanto di sfida ai rivali cittadini: “Tra noi e loro non ci sono sette punti di differenza – ha dichiarato con convinzione -, abbiamo l’occasione di dimostrarlo. Facciamo il Milan: chiedo rabbia e spensieratezza. Potessi toglierei loro Ivan Perišić, ma il loro valore aggiunto è Spalletti. Contro di lui ne ho perse tre su tre, ma solo una fu meritata: sono in credito con lui e mi auguro che domani (oggi, n.d.r.) venga restituito. Anche perché noi giochiamo molto meglio di loro, nonostante una squadra tutta nuova – la stoccata di Montella all’Inter -. Loro a +10? Non contemplo la possibilità, contemplo solo la vittoria e comunque non sarà una gara da verdetti”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Inter-Milan, i convocati rossoneri: assente Kalinic

Inter-Milan, i convocati nerazzurri: out Brozovic

Derby di Milano: la probabile formazione rossonera

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy