Dalla Spagna – Bonucci: “Stando a Milano non vedevo mai mio figlio”

Dalla Spagna – Bonucci: “Stando a Milano non vedevo mai mio figlio”

Il difensore della Juventus Leonardo Bonucci, attraverso un’intervista rilasciata ad AS, ha spiegato il motivo che lo ha spinto a lasciare il Milan

di Alessio Roccio, @Roccio92

Il difensore Leonardo Bonucci ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano spagnolo ‘AS’, raccontando tra le altre cose anche i reali motivi del suo ritorno alla Juventus dopo la breve esperienza col Milan. “L’anno scorso ero quasi sempre a Milano e mio figlio Lorenzo non mi ha mai visto. Se tifa sempre Torino? Appena è arrivato Cristiano sembrava potesse cambiare ma da quando ha iniziato a giocare con i bambini del Torino è tornato sui suoi passi”, ha detto l’ex numero 19 rossonero.

Non solo la famiglia alla base della sua scelta: “Con Barzagli e Chiellini ci divertiamo insieme e ci completiamo: ognuno esalta le qualità dell’altro. Ritrovare Buffon in Champions League? Preferirei di no, Gigi è il numero uno ma anche un grande amico. Sono cresciuto con lui. E’ strano voltarsi e non vederlo. Il Real? E’ vero, mi ha cercato. E’ stato un orgoglio ma la Juventus e il richiamo di tornare a casa mi hanno preso il cuore”.

Sull’Atletico Madrid e l’amico Morata: “Dovremo combattere su ogni pallone, sarà una battaglia com’è sempre contro di loro. Alvaro è un amico ma l’ho già avvertito: ‘Appena entri in campo ti darò un colpo. Lui mi ha risposto: ‘Come fai sempre’.

Su Zaniolo: “Quando Mancini lo ha convocato ci siamo chiesti chi fosse ma già nei primi allenamenti ha mostrato qualcosa, ha un grande talento”.

LA METODOLOGIA ALL’INGLESE DI GATTUSO: ECCO DI COSA SI TRATTA>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy