Cessione Milan, nella cordata spunta il nome di una multinazionale farmaceutica

Cessione Milan, nella cordata spunta il nome di una multinazionale farmaceutica

Venti giorni al closing per la cessione del Milan ai cinesi: proprio dall’Oriente l’indiscrezione su uno degli imprenditori trovati dalla Sino-Europe Sports

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Il prossimo 13 dicembre, esattamente tra venti giorni, il Milan cambierà padrone. Filtra ottimismo, infatti, sul buon esito del closing dell’operazione di cessione del club di Via Aldo Rossi ai cinesi, previsto in quella data, in concomitanza con l’assemblea dei soci rossoneri. Non dovrebbe esserci bisogno di alcun ‘piano B’, vale a dire i prestiti dalle banche europee, per garantire a Fininvest i 420 milioni di euro mancanti per il definitivo passaggio di proprietà, e per la consegna del Milan nelle mani della ‘Sino-Europe Sports’: nei prossimi giorni, infatti, dovrebbero arrivare le tanto agognate autorizzazioni dal Governo cinese per l’esporto di capitali dal paese del Dragone e, dunque, sarà scritta la parola fine sulla vicenda, che rischiava di assumere contorni inaspettati. Non sono ancora noti, però, volti e nomi degli imprenditori che, ad oggi, hanno aderito al ‘recruiting’ della ‘Sino-Europe Sports’ per acquisire le quote del Milan che verrà. Un’indiscrezione, però, arriva proprio dalla Cina, ed è stata riportata questa mattina da ‘Repubblica’: nella cordata, sarebbe presente anche Shu Yuhui, proprietario della multinazionale farmaceutica ‘Quanjian Natural Medicine’ e del Tianjin Quanjian, club calcistico attualmente allenato dall’ex difensore di Juventus e Nazionale italiana, Fabio Cannavaro. Tra poco più di due settimane, verosimilmente, anche l’identità dei padroni del Milan ‘cinese’ verrà svelata.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Leggi tutte le nostre ultimissime

Leggi tutte le nostre news di calciomercato

Guarda tutti i nostri video

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy