Cannavaro: “I cinesi non fanno proclami, agiscono”

Cannavaro: “I cinesi non fanno proclami, agiscono”

Cannavaro, che da anni allena in Cina, prova a spiegare come i cinesi siano intenzionati a far crescere molto il loro calcio. Collegandosi anche al Milan.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Il calcio ha una nuova realtà: la Cina. Tra tanti campioni che sono andati a giocare in Oriente e diversi club in Europa che hanno proprietà cinese, ormai non si può far finta di nulla. I cinesi fanno sul serio e presto potrebbero espandere la propria egemonia sul calcio. Ne sa qualcosa Fabio Cannavaro, che ormai da diversi anni allena in Cina il Tianjin. Il difensore Campione del Mondo ha provato a spiegare a “La Gazzetta dello Sport” il modo di fare dei cinesi, che badano molto al sodo, prendendo come esempio anche l’acquisto del Milan: “Cosa succederà? Direi cosa è già successo. Avreste mai immaginato fino a poco tempo fa di proprietà cinese? Ho guardato una cartina europea con le partecipazioni nei pacchetti azionari in club professionistici: impressionante. Non fanno parole, ma agiscono”.

LEGGI TUTTE LE ULTIME SULLA CESSIONE DEL MILAN

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy