Tuttosport – Tra Ibiza e Real Madrid: Maldini, quante analogie con Galliani

Tuttosport – Tra Ibiza e Real Madrid: Maldini, quante analogie con Galliani

Paolo Maldini è volato ad Ibiza per andare a trattare Theo Hernández, si è mosso con il Real Madrid per gli esuberi. Ricordate le mosse del ‘Condor’?

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – Il quotidiano ‘Tuttosport‘ oggi in edicola ha ricordato come tra Paolo Maldini, attuale direttore tecnico del Milan ed ex capitano in campo, non ha mai avuto grande feeling con Adriano Galliani, ex amministratore delegato del club rossonero fino al 2017, fin quando hanno convissuto ‘sotto lo stesso tetto’. Divergenze e dissapori tra i due non sono mai stati tenuti nascosti.

Sin dal giorno del suo addio al calcio, poi, anno 2009, Maldini ha potuto esprimere in maniera un po’ più ‘libera’ ciò che pensava di Galliani, mettendo una pietra tombale sul suo possibile ritorno nella società rossonera, da dirigente, quando era stato chiamato da Barbara Berlusconi, proprio per la presenza del dirigente brianzolo, che oggi è tornato a ricoprire la carica di A.D. ma nel Monza, compagine di Serie C rilevata da Silvio Berlusconi.

Quindi, oggi, fa un po’ sorridere, ha evidenziato il quotidiano torinese, vedere come Maldini, alla sua prima estate da ‘responsabile del mercato rossonero’, si stia comportando esattamente come l’ultimo Galliani, quello che aveva aperto un filo diretto con il Real Madrid e che, piano piano, aveva trasferito il suo quartier generale estivo per le trattative da Forte dei Marmi, in Versilia, ad Ibiza, in Spagna. Galliani portò al Milan, dalle ‘Merengues‘, il difensore Júlio Cesar, Redondo, Emerson, Ronaldo, Klaas-Jan Huntelaar, Ricardo Kaka (il ritorno) e Diego López.

Non sono stati affari memorabili. Maldini, invece, è andato a trattare con Florentino Pérez giocatori di prospettiva e dal sicuro avvenire quali Theo Hernández, Dani Ceballos, Sergio Reguilón e Mateo Kovacic, anche se, se si esclude Ceballos, nessuno per ‘Tuttosport‘ sembra avere le caratteristiche per fare la differenza in una squadra. Seppur, come il Milan, non si preannuncia essere particolarmente competitiva. A meno che Marco Giampaolo, ha sottolineato il quotidiano torinese, non faccia miracoli con quanto gli passerà il convento rossonero. Il tecnico, intanto, ha avanzato una precisa richiesta alla società, che tenta di accontentarlo: per le ultime, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy