Panchina Milan: quattro personaggi in cerca di un posto al sole

Panchina Milan: quattro personaggi in cerca di un posto al sole

Il Milan, perso Gennaro Gattuso, dovrà puntare su un nuovo allenatore: al momento sono quattro i tecnici che potrebbero ricevere al più presto l’incarico

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – Ufficializzato il divorzio con Gennaro Gattuso, il Milan, adesso, dovrà mettersi alla ricerca di un nuovo allenatore. Come annunciato da Ivan Gazidis nella sua lunga intervista a ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola, prima il Diavolo aspetterà di conoscere, però, le intenzioni di Paolo Maldini: qualora, infatti, l’ex capitano decidesse di accogliere la proposta di Elliott e di prendere il posto di Leonardo quale direttore responsabile dell’area tecnica rossonera, il nuovo tecnico verrebbe scelto di concerto con lui.

Al momento, comunque, secondo quanto riportato dai quotidiani, sportivi e non, sembrano essere quattro le piste che dovrebbe battere il Milan. Sfumato, come ricordato da ‘Tuttosport‘, il portoghese Leonardo Jardim, che è stato confermato ieri alla guida del Monaco, nella Ligue 1 francese, i rossoneri, salvo nomi dell’ultima ora, dovrebbero andare su un poker di candidati tutto ‘made in Italy‘. Il primo della lista, in base alle informazioni della ‘rosea‘, risponde al nome di Marco Giampaolo.

Ad Empoli, Giampaolo ha valorizzato Piotr Zielinski e Leandro Paredes, poi ceduti a Napoli e Roma; alla Sampdoria, ha valorizzato Milan Skriniar, Lucas Torreira, Karol Linetty, Dennis Praet e Patrik Schick. In seconda battuta, c’è Simone Inzaghi, oggi alla Lazio, che ha già vinto una Supercoppa Italiana ed una Coppa Italia con il club biancoceleste: ottimi schemi difensivi, ha valorizzato le qualità di Ciro Immobile, fatto esplodere Sergej Milinkovic-Savic e riuscito a far giocare bene Felipe Anderson.

Quindi, il Milan sta valutando anche Roberto De Zerbi, oggi al Sassuolo, che già aveva inciso al Benevento, anche se, forse, è ancora troppo giovane ed il rischio è che il Diavolo debba crescere anche l’allenatore oltre che i giocatori. Infine c’è sempre la carta Eusebio Di Francesco, libero sul mercato, che non dovrebbe andare al Siviglia, nonostante la presenza di Monchi, con il quale ha condiviso un percorso alla Roma. Intanto, per il ruolo di direttore sportivo del Milan, spunta l’idea tedesca: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy