Milan, Premier e Cina chiamano Kessie: i rossoneri potrebbero sacrificarlo

Milan, Premier e Cina chiamano Kessie: i rossoneri potrebbero sacrificarlo

Il Milan ha bisogno di cedere per il bilancio: uno dei possibili sacrificati potrebbe essere Franck Kessie. Su di lui offerte dalla Cina e della Premier

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

Come viene riportato dalla Gazzetta dello Sport, il Milan pensa anche al futuro. Gattuso prepara le prossime gare, ma in estate potrebbe essere costretto a rinunciare a Franck Kessie, uno degli inamovibili del suo centrocampo: Leonardo e Maldini, infatti, per poter comprare,  avranno bisogno vendere e cercare nel frattempo di ridurre il passivo, così come richiesto dall’Uefa.

CINA E PREMIER – Da settimane il giocatore viene accostato al Beijing Guoan, che vorrebbe offrire all’ivoriano un ingaggio faraonico da dieci milioni di euro a stagione. Una proposta cinque volte superiore a quanto percepisce attualmente al Milan, ma è anche vero che a ventidue anni è difficile pensare che Franck possa già allontanarsi dal calcio europeo e dalle competizioni più ambiziose: per questo motivo, un’offerta dalla Premier sarebbe molto più gradita, visto che Chelsea, Arsenal e Tottenham sono interessate. La cessione comporterebbe una buona plusvalenza (è arrivato dall’Atalanta nel 2017 con la formula del prestito biennale con obbligo di riscatto a 28 milioni di euro) e di conseguenza permettere al bilancio rossonero di “respirare”.

AZZARDO –  Certo, la cessione di un giocatore così importante per Gattuso potrebbe essere considerato un azzardo, ma in realtà l’acquisto di Paqueta e il recupero di Biglia cambiano un po’ le carte in tavola: l’argentino, dopo l’infortunio al polpaccio destro, uscirà dall’infermeria per tornare disponibile già per la ripresa del campionato, mentre ieri è stato depositato il contratto di Paqueta, che Gattuso vuole prova come mezzala. In più quasi sicuramente arriverà un centrocampista dal mercato (in pole Sensi). Se aggiungiamo a questo il recupero di Bonaventura in estate e il possibile riscatto di Bakayoko, allora non diventerebbe così assurdo cedere l’ivoriano, che resta comunque uno dei giocatori con valore più alto nella rosa del Milan.

BOBAN, INTANTO, ATTACCA L’UEFA E DIFENDE IL MILAN, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy