CorSport – Milan, costanti i contatti tra Riso e Maldini: nel mirino Sensi e Mancini

CorSport – Milan, costanti i contatti tra Riso e Maldini: nel mirino Sensi e Mancini

Secondo quanto riportato dal “Corriere dello Sport”, il Milan ha avuto dei contatto con l’agente Riso per Stefano Sensi e Gianluca Mancini. Il punto

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

CALCIOMERCATO MILAN – Come viene riportato dal Corriere dello Sport, al netto dei problemi con l’Uefa per il Fair Play Finanzario, il Milan deve per forza di cose rafforzarsi per riempire numericamente la rosa, visto gli addii di Bakayoko, Montolivo, Zapata, Abate, Bertolacci e Josè Mauri. Paolo Maldini, direttore dell’area tecnica in pectore del Milan, in questi giorni non ha solo contattato Marco Giampaolo (CLICCA QUI per le ultime), ma sta allacciando rapporti con procuratori e dirigenti.

CENTROCAMPO – Uno degli agenti è Giuseppe Riso, procuratore di Stefano Sensi e Gianluca Mancini. Il centrocampista del Sassuolo è stato già vicino a gennaio, e dunque il Milan è assolutamente in pole position, ma attenzione anche all’interessamento della Juventus, che, secondo quanto scritto dalla Gazzetta di Modena, vorrebbe tentare il colpo. L’altro nome per il centrocampo è quello di Dennis Praet, che può giocare sia come mezzala e sia come regista. Sarà la prima richiesta di Giampaolo alla dirigenza rossonera.

DIFESA – In difesa l’obiettivo è Gianluca Mancini, che si è messo in luce in questa stagione con l’Atalanta, ma a differenza di Sensi, la trattativa non è discesa. Il club di Percassi non ha intenzione di svendere un suo gioiello, a maggior ragione dopo la qualificazione in Champions League, e dunque servirà un’offerta importante. Attenzione anche a Joachim Andersen, un altro pupillo di Giampaolo. A tal proposito, il difensore ha aperto le parole a un suo passaggio al Milan, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy