CorSport – Cragno, Sensi e Mancini per un Milan azzurro

CorSport – Cragno, Sensi e Mancini per un Milan azzurro

Alessio Cragno obiettivo del Milan qualora partissero Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma e Pepe Reina. Rossoneri sempre su Stefano Sensi e Gianluca Mancini

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – Il ‘Corriere dello Sport‘ oggi in edicola ha spiegato come, finalmente, in casa Milan, si cominci a pensare al calciomercato estivo, giacché la struttura dirigenziale va giorno dopo giorno definendosi.

Nell’attesa dell’ufficialità di Zvonimir ‘Zorro’ Boban e Frederic ‘Ricky’ Massara, intanto, è Paolo Maldini, direttore tecnico ‘in pectore‘ del club di Via Aldo Rossi a portare avanti le trattative rossonere. Ieri, nell’occasione del contatto avuto con Tommaso Giulini, Presidente del Cagliari, per Nicolò Barella, Maldini, secondo il quotidiano romano, avrebbe chiesto informazioni su Alessio Cragno.

Classe 1994, Cragno, nel giro della Nazionale Italiana, infatti, potrebbe essere il portiere ideale per far da chioccia, al Milan, al giovane Alessandro Plizzari (2000), nell’eventualità in cui Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma e Pepe Reina, quest’estate, facessero le valigie. Il Milan, comunque, va sottolineato, si priverebbe di Donnarumma, sempre nel mirino del PSG, soltanto per un’offerta da capogiro.

Il pressing del Milan, però, sui giocatori azzurri di Roberto Mancini non si affievolisce: potrebbero, difatti, vestire la maglia rossonera nella stagione 2019-2020 anche Stefano Sensi, classe 1995, centrocampista del Sassuolo, e Gianluca Mancini, classe 1996, difensore centrale dell’Atalanta. Entrambi sono assistiti da Giuseppe Riso, agente che vanta ottimi rapporti con la società rossonera.

Per Sensi la trattativa sembra essere in fase più avanzata: per il ‘CorSport‘, dovrebbe chiudersi a 17 milioni di euro circa. Il ragazzo, al Milan, firmerebbe un contratto di cinque anni a circa 2 milioni di euro a stagione. Più difficile, invece, arrivare a Mancini, poiché l’Atalanta, che disputerà la sua prima, storica, Champions League non vorrebbe smobilitare e, pertanto, chiede cifre molto alte. Sempre valida, in alternativa, la pista che porta al centrale danese Joachim Andersen (1996) della Sampdoria. E per l’attacco? Spunta anche una pista già nota dalle parti di ‘Casa Milan‘: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy