Milan, come pareggiare i conti? Possibile il sacrificio di un big della rosa

Milan, come pareggiare i conti? Possibile il sacrificio di un big della rosa

Il Milan, entro il 30 giugno 2021, dovrà riportare il proprio bilancio entro i parametri del Fair Play Finanziario. Gigio Donnarumma ed altri a rischio cessione

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Il fondo statunitense Elliott Management Corporation avrebbe intenzione di effettuare grandi investimenti per riportare il Milan tra i primi club al mondo. La società rossonera, però, è frenata, al momento, dalle sanzioni UEFA, che impongono al Diavolo di rientrare nei paletti del Fair Play Finanziario entro il prossimo 30 giugno 2021.

Il ‘break even’, ovvero il pareggio di bilancio, prevede una perdita consentita massima di 30 milioni. Il Milan parte da una perdita di 126 milioni di euro testimoniata dal fallimento della gestione della vecchia proprietà cinese e dalla coppia dirigenziale composta da Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli. Numeri alla mano, come sottolineato da ‘Tuttosport’ oggi in edicola, il Milan, con una progressione positiva nei bilanci, dovrà ridurre il passivo di 80 milioni in due soli esercizi per arrivare all’obiettivo prefissato.

Pena l’esclusione per una stagione dalle coppe europee dalla stagione 2021-2022. Come fare, dunque, per centrare la missione? Due sono le vie percorribili: reperire delle maxi-sponsorizzazioni che consentano di tenere la squadra ai massimi livelli di competitività, e per questo è stato ingaggiato l’amministratore delegato Ivan Gazidis, non nuovo a queste ‘imprese’ a Londra, sponda Arsenal; oppure puntare sulle maxi-plusvalenze che, sul mercato, possono essere garantite da giocatori come Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma, Davide Calabria, Jesús Suso o Patrick Cutrone, tutti cresciuti in casa, o presi per pochissime migliaia di euro, che garantirebbero introiti milionari.

Ciò, però, indebolirebbe la squadra, difficilmente le consentirebbe di qualificarsi in Champions League, che è un’altra condizione fondamentale per ‘fare cassa’ ed incrementare i ricavi del club. Insomma, per ora, un cane che si morde la coda.

EMERGE, INTANTO, UN RETROSCENA LEGATO PROPRIO AD UNO STOP DELLA UEFA PER UNA TRATTATIVA AVVIATA DA LEONARDO. CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14142527 - 8 mesi fa

    Il primo ad aver paura di un Milan che torna fra le grandi è il Real Madrid e se Florentino ha le mani sulla UEFA farà di tutto per non farlo ritornare

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy