Milan, caccia al direttore sportivo: tutti i candidati al ruolo

Milan, caccia al direttore sportivo: tutti i candidati al ruolo

Il Milan vuole ingaggiare un direttore sportivo esperto da affiancare a Paolo Maldini, direttore tecnico: tante, possibili alternative per i rossoneri

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – Scelto l’allenatore per la prossima stagione, che con tutta probabilità sarà Marco Giampaolo, nelle ultime tre stagioni alla Sampdoria, in casa Milan, ora, è tempo di pensare alla figura del direttore sportivo. Un ruolo di fondamentale importanza, nelle strategie di qualsiasi club, nella compravendita di calciatori in sede di calciomercato ma non soltanto.

La società Milan non vuole sbagliare la scelta di questa delicata posizione e, pertanto, ha già cominciato a battere varie strade. ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola ha sottolineato come si punti ad arrivare ad un ex calciatore: sono emersi, a tal proposito, i nomi di Igli Tare (Lazio) e Riccardo Bigon (Bologna). Su Tare, però, come confermato anche dal ‘Corriere della Sera‘, c’è l’ostracismo di Claudio Lotito, che non vorrebbe lasciarlo andare via. ‘Repubblica‘ ha aggiunto all’elenco Carlo Osti (Sampdoria), che potrebbe andare a Bologna se Bigon sposasse la causa rossonera.

Tuttosport, invece, ha parlato di Giovanni Sartori, ex Chievo ed oggi all’Atalanta, il quale, seppur più ‘stagionato’ degli altri due, in queste sue precedenti esperienze ha piazzato tanti colpi sul mercato per quanto riguarda giocatori giovani, divenuti, poi, interessanti e robuste plusvalenze da incassare nel momento di una cessione. La suggestione risponde al nome di Ariedo Braida, che con la famiglia Maldini ha un legame speciale.

Braida, però, ha 73 anni ed al Barcellona sta lavorando con profitto. Non è escluso, quindi, che in assenza di nomi ‘pesanti’ presentati da Paolo Maldini, in procinto di diventare direttore tecnico del club, sia l’amministratore delegato Ivan Gazidis a prendere in mano la situazione e ad andare su un profilo, magari straniero. Il fondo Elliott, intanto, pensa ad un ‘super dirigente’ da inserire nell’organigramma: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy