Wanda Nara: “Icardi-PSG: a fine stagione sceglieremo cosa è meglio …”

Wanda Nara: “Icardi-PSG: a fine stagione sceglieremo cosa è meglio …”

Wanda Nara, moglie-agente di Mauro Icardi, ha parlato dei retroscena che hanno portato l’Inter a scaricare l’attaccante argentino. Ma sarà per sempre?

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO INTERWanda Nara, moglie agente di Mauro Icardi, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni del ‘Corriere della Sera‘ oggi in edicola, sottolineando come lei non sia stata la cattiva della storia tra l’attaccante argentino e l’Inter, bensì “quella che l’ha risolta”.

Wanda Nara ha anche sottolineato come, tra l’Inter e suo marito, non si sia trattato, in realtà, di un divorzio, bensì di “una pausa di riflessione”. Un break che ha portato Mauro in Francia, alla corte del tecnico tedesco Thomas Tuchel: “Al PSG non si poteva dire no: ha tutto per vincere, è un club pieno di stelle, Mauro è onorato di farne parte. A fine stagione sceglieremo ciò che sarà meglio”, ha aggiunto poi la procuratrice, lasciando intendere come la vicenda Icardi-Inter, forse, è tutt’altro che vicina alla conclusione.

“Sono la moglie, non solo la procuratrice: lo conosco. Sapevo avrebbe detto sì. La scelta del PSG viene dopo un anno di polemiche e tensioni, l’ha fatta anche per dare un po’ di tranquillità ai figli e alla famiglia. Se fosse rimasto sarebbe stato sempre un caso. Rapporti deteriorati per alcuni malintesi, ma la voglia di giocare nell’Inter e l’amore dei tifosi resta – ha sottolineato Wanda Nara -. In una lunga relazione ci sono delle crisi. Alla fine ci lasciamo con un rapporto ricucito, senza nessun tradimento. L’Inter aveva la necessità di vendere Icardi. Da capitano Mauro non avrebbe mai lasciato il club. È stata una strategia per cederlo”.

Strategia che lo ha portato a perdere la fascia di capitano. Per la moglie-agente di Icardi, il nuovo tecnico dell’Inter, Antonio Conte, ha dovuto soltanto accettare le scelte societarie: “Ho parlato con lui, gli avevano garantito che avrebbero comunque rinforzato la squadra. Il calcio è business, Giuseppe Marotta fa le scelte e deve badare ai conti. Alla fine si vedrà chi ha fatto bene. Sul campione che è Icardi non ho mai avuto dubbi: avevo 15 offerte. Lo sapeva pure Marotta. Se siamo arrivati all’ultimo giorno non è perché siamo matti: conosciamo il valore di Icardi”.

“Se fosse stato per soldi – ha aggiunto al ‘CorSera‘ -, sarebbe andato via 3-4 anni fa, quando l’Inter non giocava la Champions League, è rimasto per amore del club. Voleva tornare in gruppo e allenarsi con Conte: chissà con lui dove poteva arrivare”. E sul possibile passaggio alla Juventus, Wanda Nara è decisa: “Era il capitano dell’Inter, non ci sarebbe mai andato”. La procuratrice ha negato che ci siano stati cattivi rapporti con Ivan Perisic e Marcelo Brozovic (“È stato gonfiato tutto. I rapporti sono sempre stati cordiali, uno è il mio vicino”) e non crede di essere stata discriminata in quanto donna, “però sono una figura che non esiste: moglie e agente. Sentire parlare di calcio una donna è strano. Ma le società mi hanno sempre trattato con rispetto e parità. A me non piace parlare di sessismo o razzismo: il problema ce l’ha chi fa certe accuse”.

In casa Inter, intanto, stanno per arrivare tre rinnovi di contratto molto importanti: per i dettagli, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy