Bilancio Milan: perdite per 32,6 milioni nei primi 6 mesi del 2017

Bilancio Milan: perdite per 32,6 milioni nei primi 6 mesi del 2017

Filtrate in anteprima le cifre del bilancio del Milan per quanto concerne la prima metà dell’anno: calano costi e ricavi ma non ci sono criticità

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Lunedì 13 novembre si terrà l’assemblea dei soci del Milan per l’approvazione del bilancio semestrale gennaio-giugno 2017 ma intanto, come ricordato dall’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’, sono filtrate in queste ore alcune cifre, grazie all’agenzia ‘Reuters’ che ha visionato in anteprima la documentazione economica del club di Via Aldo Rossi.

In questi primi sei mesi dell’anno, che hanno visto il concretizzarsi del passaggio dell’A.C. Milan da Fininvest, e dunque da Silvio Berlusconi, alla Rossoneri Sport Investments Luxembourg di Yonghong Li, la perdita consolidata è di 32,6 milioni di euro, a fronte dei 34,2 dell’anno precedente, il 2016. Il dato, naturalmente, è destinato a salire nel prossimo esercizio di bilancio, visto che sarà ‘appesantito’ dai numeri della campagna acquisti estiva condotta da Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli.

Attenzione, però, perché, al 30 giugno 2017, il Milan, come evidenziato dalla ‘rosea’, aveva già messo a segno molte operazioni in entrata (Mateo Musacchio, Franck Kessié, Ricardo Rodríguez, André Silva, Hakan Çalhanoğlu, Fabio Borini) e nessuna in uscita, eccezion fatta per quella relativa alla cessione a zero del portiere Diego López all’Espanyol. Quindi, in questo bilancio semestrale, impatta perlomeno una buona parte delle spese di mercato.

“La campagna trasferimenti – si può leggere nella documentazione del club rossonero -, ha comportato nell’esercizio 2017 un bilancio negativo di 126,5 milioni”. Poco più della metà dei 230 effettivamente spesi: gli altri graveranno sul prossimo esercizio finanziario. Tra le altre voci presenti sulla documentazione economica del Milan, un patrimonio positivo di 30 milioni, costi in calo (da 153,3 a 129,7 milioni di euro), così come i ricavi (dai 127,6 del primo semestre 2016 ai 102,9 milioni del bilancio attuale).

Un bilancio che, in definitiva, ha sottolineato ‘Reuters’, “non presenta criticità”, e per cui gli amministratori del Milan sono “confidenti di poter finalizzare il rifinanziamento” del debito in essere con il fondo statunitense Elliott Management Corporation, il quale ha in pegno il club e ne diventerebbe nuovo proprietario se i cinesi non ottemperassero a quanto previsto entro ottobre 2018.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

PM – Yonghong Li, la verità sugli aumenti di capitale

Bilancio Milan: il prossimo dovrebbe essere in rosso di 100 milioni

Milan, novembre mese chiave per Yonghong Li: il punto

Bargiggia: “Milan di nuovo in vendita. Offerto anche a Berlusconi”

Berlusconi: “Il Milan ha problemi finanziari”

Pira (Class CNBC): “Yonghong Li non sta cercando nuovi compratori”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy