Allegri e la paura del Milan che non muore mai

Allegri e la paura del Milan che non muore mai

La Juventus ha voglia di chiudere la pratica Scudetto e teme che la sifda con i rossoneri possa portare a un passo falso. Allegri non si fida.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Non dorme sonni tranquilli Massimiliano Allegri, pensando alla sfida di stasera. Il tecnico bianconero teme il Milan e soprattutto, come evidenziato nella conferenza stampa di ieri, teme Gerard Deulofeu. Non a caso, visto che l’unica vittoria juventina è arrivata in Coppa Italia, ma all’ultimo respiro Neto ha dovuto evitare il 2-2 proprio dello scatenato spagnolo. Se poi ci si aggiunge che il Milan ha già battuto due volte la Vecchia Signora quest’anno, i 17 punti di differenza non contano quasi più.

Per il momento in casa Juventus non si vuole pensare alla partita di martedì di Champions League contro il Porto. Anzi, Allegri vuole riportare adrenalina nel gruppo, dopo il pareggio di Udine dell’ultimo fine settimana. L’obiettivo è chiudere una volta per tutte la pratica Scudetto e per questo non si possono avere passi falsi. Allegri sa bene che in certe notti i valori si azzerano e tutte e due le squadre fanno una grande partita. Di certo avrebbe preferito non dover ancora avere a che fare con il Diavolo, che lui definisce sornione, che non muore mai, trascinata proprio da quel Deulofeu che fa tanta paura.

Per i bianconeri, scrive il Corriere della Sera, non ci saranno Juan Cuadrado e Giorgio Chiellini, il primo squalificato e il secondo infortunato. In difesa spazio allora a Mehdi Benatia, mentre sulle fasce ballottaggio tra Marko Pjaca e Dani Alves, a meno che Allegri non decidesse di inserire un centrocampista in più: Claudio Marchisio.

Allegri vorrebbe anche che i suoi uomini tornassero a giocare bene, oltre che a vincere. Prima del pareggio contro l’Udinese erano arrivate dieci vittorie consecutive, con il cambio di sistema di gioco, che aveva reso la squadra più offensiva. Adesso, però, i giocatori sembrano scarichi, con poca carica agonistica. Allegri vuole che si ritorni ad alti ritmi.

Anche perché un occhio al resto della stagione, in realtà, Allegri lo butta. Il pensiero va anche ai possibili quarti di finale di Champions e alla voglia di aggiudicarsi lo Scudetto. Ecco perché il Milan potrebbe provare a fare di nuovo uno sgambetto a questa Vecchia Signora un po’ distratta e tanto preoccupata.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Juventus-Milan, atto quarto: allo Stadium per l’impresa

Juventus-Milan, l’undici rossonero: Romagnoli terzino e Kucka fuori

Galliani a Milan TV: “Prima o poi la Juventus perderà allo Stadium”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy