Udinese-Milan, le pagelle: Romagnoli, uomo del destino. Castillejo super

Udinese-Milan, le pagelle: Romagnoli, uomo del destino. Castillejo super

Rivivi Udinese-Milan con le nostre pagelle e scopri chi sono stati i migliori e chi i peggiori tra i giocatori guidati da Rino Gattuso

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

 LE PAGELLE 

Samu Castillejo Milan
Samu Castillejo, esterno offensivo del Milan (credits: GETTY Images)

Donnarumma 6 – L’Udinese ha qualche buona occasione, ma raramente trova la porta. Quando è chiamato in causa, comunque, si fa trovare pronto. Nel finale è bravo su Lasagna.

Abate 5.5 – Partita timida del terzino destro che perde qualche pallone di troppo e si vede poco nel finale, quando il Milan spinge a tutta forza.

Zapata 5.5 – Rispolverato da Rino Gattuso, contro la sua ex squadra il colombiano gioca una partita discreta, minata però dalle solite distrazioni.

Romagnoli 7.5 – Il migliore tra i difensori rossoneri. Gioca con personalità e vince una marea di duelli individuali, ma la sua partita diventa indimenticabile per il gol al segnato al 97′ dopo una galoppata di oltre 90 metri.

Rodriguez 6 – Soffre nel primo tempo, cresce nella ripresa, quando accompagna la manovra in varie occasioni.

Suso 6 – Il numero 8, questa sera, non è in serata e gioca una partita meno brillante rispetto al recente passato, ma l’insufficienza arriva soprattutto per la clamorosa occasione che si divora al 59′. Si riscatta nel finale con l’assist decisivo a Romagnoli.

Kessié 6 – Quantità e qualità per l’ivoriano, come sempre. Manca un pizzico di lucidità in certe scelte, ma nel compenso la sua è una buona partita.

Bakayoko 6.5 – Dopo tante serata da dimenticare una grande prestazione per l’ex Chelsea che per lunghi tratti del match domina in mezzo al campo.

Laxalt 5 – Serata da dimenticare per l’ex Genoa che tra palloni persi, passaggi sbagliati e chiusure deficitarie non riesce mai a incidere (dal 72′ Borini 6 – Deve dare più aggressività al Milan, ci prova, ma non riesce a incidere particolarmente).

Cutrone 5.5 – Tanto in coppia con Higuain, quanto quando rimane l’unica punta di ruolo in campo soffre la fisicità della difesa avversaria e difficilmente riesce a tener palla e a dialogare coi compagni.

Higuain 6 – Nella mezz’ora a disposizione si rende pericoloso in un’occasione, poi il colpo subito da Mandragora lo mette KO, meglio non rischiare visti i prossimi impegni (dal 36′ Castillejo 6.5 – Soffre nel finale del primo tempo, nella ripresa invece è l’anima del Milan ed è spesso imprendibile per la difesa avversaria).

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA PER IL GIUDIZIO SUL MISTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy