news milan

Pagelle Milan-Udinese: analisi, giudizi, Top e Flop della gara

Edoardo Lavezzari

 Franck Kessié, centrocampista del Milan (credits: acmilan.com)

Impossibile non partire da Nikola Kalinic. Il croato, all'esordio da titolare a San Siro, gioca una partita sontuosa, impreziosita da due gol realizzati nel giro di 10 minuti che valgono 3 punti pesanti per il Milan. Dopo tanto lavoro sporco a Vienna, abbiamo visto anche il resto del repertorio. Freddezza nei momenti che contano e voglia di lottare su ogni pallone. Non sarà Belotti o Aubameyang (due tra i tanti giocatori cercati dal Milan in estate), ma uno così serve eccome alla causa rossonera.

Franck Kessié è il segreto di Pulcinella nel centrocampo rossonero e anche oggi ha dimostrato di essere un pezzo fondamentale in questo Milan. Kilometri macinati instancabilmente, palloni recuperati, ripartenze veloci e inserimenti nel cuore della difesa bianconera: l'ex Atalanta ha messo ha giocato una partita di altissimo livello, mettendo in chiaro ancora una volta di essere molto più di un "semplice" incontrista.

A Vienna ha riposato, in una logica di turnover più che legittima, ma oggi Ricardo Rodriguez si è ripreso, d'autorità, la fascia destra. Lo svizzero, nel 3-5-2, ha modo di esaltare le sue doti atletiche e tecniche. Nella ripresa, su punizione, sfiora il terzo gol, quello che avrebbe chiuso definitivamente la partita, ma Scuffet è bravo a dirgli di no.

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA PER I FLOP

tutte le notizie di

Potresti esserti perso