Pagelle Lazio-Milan: analisi, giudizi, Top e Flop della gara

Si è appena conclusa, allo stadio ‘Olimpico’, la sfida di campionato tra Lazio e Milan: commento, promossi e bocciati. La nostra analisi del match

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

L’ANALISI

ROME, ROMA - FEBRUARY 13: Andrea Poli of Ac Milan compete for the ball with Marco Parolo of SS Lazio during the Serie A match between SS Lazio and AC Milan at Stadio Olimpico on February 13, 2017 in Rome, Italy. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

Poli e Parolo, Getty Images

Reduce dalla vittoria di Bologna, il Milan cerca continuità a Roma contro la Lazio. Montella schiera Poli titolare e punta su Deulofeu falso nueve, con Bacca e Lapadula in panchina.

Pronti e via, le squadre si studiano con i rossoneri che provano a farsi vedere dalle parti di Strakosha. L’inizio del Milan è buono, la Lazio sembra essere un po’ in difficoltà. Con il passare dei minuti i biancocelesti salgono di tono e cercano di impensierire Gigio Donnarumma. E’ Ciro Immobile a rendersi pericoloso al 13esimo, ma la sua conclusione va fuori. Dopo alcuni tentativi rossoneri, è Keita ad impegnare il portierone rossonero. Al 25esimo errore di Zapata ma Immobile non ne approfitta, spedendo la palla a fondo campo. La Lazio ora sembra essere più aggressiva, con la Lazio che sfiora il gol in diverse occasioni. Al 28′ il Milan pericoloso in avanti con Deulofeu che prova a battere senza esito Strakosha. I rossoneri di rimessa sembrano poter essere molto efficaci, ma i tre davanti non stanno facendo una grande partita. Gara aperta ad ogni risultato, spettacolo però non memorabile. Al 45’esimo Immobile viene steso in area da Gomez, è rigore! Biglia non sbaglia, la Lazio chiude il primo tempo in vantaggio.

Nel secondo tempo la Lazio comincia subito in attacco, rendendosi pericolosa più volte. Nel Milan entra quasi subito José Sosa per Locatelli, ma le cose non sembrano cambiare. La Lazio fa la partita. I timidi tentativi offensivi dei rossoneri sono facilmente neutralizzati dalla difesa biancoceleste. Bocciato anche Ocampos che viene sostituito al 17esimo da Lapadula. Il Milan cerca di reagire, provandoci con Pasalic e Sosa, ma la Lazio gestisce comunque bene il risultato, ripartendo in contropiede. Ma è quando non te lo aspetti che arriva la magìa del singolo. Al 40esimo Suso si inventa il gol del pareggio che evita al Milan l’ennesima sconfitta. Inutile il forcing finale: i rossoneri escono dal campo con un sudatissimo pareggio.

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy