news milan

Pagelle Lazio-Milan: analisi, giudizi, Flop della gara

Tutto il meglio ed il peggio di Lazio-Milan, terza giornata del campionato di Serie A, andata in scena questo pomeriggio allo Stadio Olimpico

Giacomo Magnani

Leonardo Bonucci durante Lazio-Milan
 L'esultanza dei giocatori della Lazio (GETTY Images)

"Fin dal 1º minuto si registrano sonori fischi per Lucas Biglia, ex-capitano biancoceleste che ha lasciato Capitale con non poche polemiche. Prima occasione per i rossoneri al 5' con un destro al volo di Borini che impatta sulla difesa della Lazio. Al 9' è Kessié a inserirsi e lasciar partire la conclusione morbida bloccata da Strakosha. Nonostante siano i rossoneri ad avere il pallino del gioco, sono gli uomini di Inzaghi ad avere la prima grande occasione da gol: al 17' è Bastos che, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, non riesce a ribadire la palla in rete a un metro dalla linea di porta. I rossoneri, forse intimoriti, perdono la supremazia del campo a favore dei biancocelesti che trovano più coraggio. Al 37' la svolta del match. Kessié stende Luis Alberto in area di rigore e l'arbitro Rocchi non ha dubbi: calcio di rigore. Immobile, dal dischetto, non sbaglia: vantaggio Lazio. L'attaccante della Nazionale si esalta e al 43', con una perla al volo, punisce per la seconda volta Donnarumma: raddoppio biancoceleste. Il primo tempo termina quindi 2-0, con i ragazzi di Inzaghi sulle ali dell'entusiasmo e quelli di Montella ammutoliti.

"Comincia la ripresa, ma la storia non cambia. La Lazio fa quello che vuole nell'area di rigore rossonera, portando Immobile a freddare per la terza volta Donnarumma al 3'. 60 secondi più tardi i biancocelesti ripartono in contropiede e sfruttano una difesa completamente scoperta trovando il quarto gol con Luis Alberto. Le telecamere indugiano su un Vincenzo Montella annichilito. Al 10' Suso scalda i guantoni di Strakosha con una conclusione mancina a giro. All'11' è Montolivo ad accorciare le distanze su una conclusione deviata dal neo-entrato Çalhanoğlu. I rossoneri continuano a cercare di accorciare le distanze, senza mai essere realmente pericolosi. Anzi, è la Lazio che a più riprese trova le occasioni di ripartire in contropiede creando continue occasioni gol con ancora una volta con Immobile protagonista. Il match terminerà senza ulteriori squilli, con i rossoneri a uscire dal campo a testa bassa da quella che doveva essere una sfida totalmente diversa.

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA PER I FLOP

"

tutte le notizie di

Potresti esserti perso