Pagelle Milan-Spal: riecco Higuain e Calhanoglu. Suso, che ingenuità

Pagelle Milan-Spal: riecco Higuain e Calhanoglu. Suso, che ingenuità

Voti, giudizi e analisi di Milan-Spal: i rossoneri ritrovano gol, sorrisi e successi nell’ultima gara del 2018 e nell’ultimo match del girone di andata!

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

 LE PAGELLE 

Samuel Castillejo, Milan, Getty Images
Samuel Castillejo, Milan, Getty Images

Donnarumma 7 – Fenomenale nel finale con un volo all’angolino. Non può nulla sul gol.

Abate 6 – Non è sempre preciso in fase di cross, ma si propone spesso in sovrapposizione dalle parti di Suso. Ok in difesa, dove non concede spazi (dal 63’ Calabria 6 – Entra e amministra sulla fascia).

Zapata 6.5 – Impeccabile: non concede mai spazi ai difensori avversari, chiude bene su Antenucci con continui anticipi e chiusure.

Romagnoli 5.5 – Disputa una gara attenta e sicura, ma l’errore in occasione del gol poteva costare caro. È sfortunato sulla deviazione, ma si fa saltare troppo facilmente da Petagna.

Rodriguez 6 – Attento e ordinato come sempre: spinge il giusto, non concede nulla in fase difensiva.

Kessiè 6 – Impalpabile: corre tanto, ma non sempre lo fa nel modo giusto. Non si inserisce mai e a centrocampo non riesce ad alzare il ritmo come vorrebbe.

Bakayoko 6.5 – Sbaglia un rigore in movimento nel primo tempo, ma per il resto è il migliore dei suoi: corsa, personalità, palloni recuperati e buona gestione della sfera. L’ex Chelsea è sempre più punto di riferimento della mediana.

Calhanoglu 6.5 – Nella serata di San Siro si sono rivisti sprazzi del vero Calhanoglu: cambi di gioco, personalità in fase di impostazione e piedi educatissimi sono il suo biglietto da visita. Poco concreto in zona gol, ma è lui a servire Higuain per il 2-1.

Suso 5 – Poco pericoloso in zona gol, anche se dai suoi piedi parte l’azione dell’1-1 di Castillejo. Esce per espulsione: un rosso che pesa molto. Salterà la Supercoppa contro la Juventus.

Higuain 6.5 – Gioca un primo tempo ignobile, lamentandosi di continuo con i compagni. Nella ripresa, poi, trova il gol liberatorio, seguito dalle lacrime e dall’abbraccio con i compagni. Si sblocca, inizia a correre di più e prova a farsi vedere in area. Che sia tornato il vero Pipita? (dall’82’ Borini 6 – Entra con voglia e personalità).

Castillejo 6.5 – Nel primo tempo è sicuramente l’attaccante più attivo: corre su e giù per la fascia sinistra e trova il gol del pareggio con un bellissimo missile terra-aria (dal 62’ Cutrone 6 – Le due punte funzionano quanto basta: dopo 1′ dal suo ingresso, Higuain trova il gol).

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA PER IL GIUDIZIO SUL MISTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy