Pagelle AEK Atene-Milan: analisi, giudizi, Top e Flop della gara

Pagelle AEK Atene-Milan: analisi, giudizi, Top e Flop della gara

Tutto il meglio ed il peggio di AEK Atene-Milan, gara della quarta giornata di Europa League: ecco come abbiamo visto il match dello stadio Spyros Louīs

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

 L’ANALISI 

Patrick Cutrone Crotone-Milan

Patrick Cutrone, attaccante rossonero, durante Crotone-Milan (credits: GETTY Images)

Dopo la sconfitta con la Juventus e le parole di Vincenzo Montella, che si era detto sereno e convinto che per il Milan sarebbe arrivato il tempo della raccolta dopo quello della semina, aspettarsi qualcosa di più dai rossoneri era a dir poco lecito. Invece i rossoneri, nello stadio dove 10 anni fa hanno alzato per l’ultima volta la Champions League, sono scesi in campo poche idee e ancora meno aggressività. Il primo tempo del Milan non è certo di alto livello. A far la partita, spinti dal loro pubblico, sono spesso i greci che al 14′ spaventano Donnarumma con Helder Lopes, al termine di un bel contropiede. Per il primo tiro del Milan, una conclusione lontana dallo specchio di Bonucci, bisogna aspettare il 44′. Nella ripresa Montella cambia qualcosa, mette Suso per Cutrone e torna al 3-4-2-1. Il primo sussulto del match arriva al 55′ quando Montolivo colpisce un palo, ma è solo un lampo nella notte, anche perchè è l’AEK a farsi vedere dalle parti di Donnarumma, qualche minuto dopo. La partita si avvia alla conclusione così, senza sussulti, proprio come la serata piatta di un Milan deludente.

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA PER I TOP

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy