Napoli-Milan, le pagelle: Biglia flop, centrocampo da rivedere

Napoli-Milan, le pagelle: Biglia flop, centrocampo da rivedere

Prima gara stagionale per il Milan, che cade al San Paolo contro il Napoli: reparto di centrocampo da rivedere, Higuain tra i migliori

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

Queste le pagelle di Napoli-Milan, seconda giornata di campionato, che ha visto l’esordio (e la sconfitta) dei rossoneri al San Paolo:

Donnarumma 5.5 – Incolpevole sul primo e sul secondo gol, poteva certamente fare meglio in occasione del raddoppio di Zielinski, quando è lento a tuffarsi sulla conclusione del polacco. Bravo nel finale su Insigne, rischia in un paio di circostanze con i piedi.

Calabria 5.5 – Fatica nel corso di tutto il primo tempo, dove è impreciso e commette diversi errori. Realizza il gol del momentaneo 0-2, ma si perde Mertens sul gol del 3-2.

Musacchio 5.5 – Nessun errore grave, rischia in un paio di occasioni quando appare impacciato con i piedi.

Romagnoli 6 – Al debutto in gare ufficiali da capitano, cura bene Milik e anticipa un paio di conclusioni dal limite degli attaccanti partenopei.

Rodriguez 5.5 – Partita abbastanza opaca per lo svizzero, che non si propone mai in fase offensiva. Difensivamente, gioca una gara senza infamia né lode.

Biglia 5 – L’argentino è il peggiore tra le fila rossonere. Lento a centrocampo, sbaglia diversi passaggi e perde numerosi palloni, come quello sanguinoso che vale il primo gol di Zielinski. Non è un caso che Gattuso lo tolga ben presto (dal 58′ Bakayoko 5.5 – Fatica ad entrare in partita, nei primi minuti in cui è in campo appare spaesato).

Kessié 5.5 – Soffre la fisicità e il ritmo dei centrocampisti azzurri come Allan e Zielinski. Non riesce ad imporsi a metà campo, al Milan manca il suo apporto.

Bonaventura 6.5 – Illumina il San Paolo con un gol geniale, poi si spegne col tempo. Nel secondo tempo mette in scena un paio di giocate interessanti, ma è lento quando deve innescare Higuain in contropiede (dall’82’ Cutrone sv).

Suso 6 – Costruisce da solo il gol del 2-0 di Calabria. Bravo in un paio di circostanze nello stretto, dà anche una mano in difesa. Dai suoi piedi nascono i pericoli maggiori.

Higuain 6 – Se non fosse per il risultato, il voto potrebbe essere anche più alto. Gioca una partita di personalità, tiene il pallone, fa salire la squadra e mostra un paio di numeri interessantissimi. Quando va al tiro, non riesce però ad essere pericoloso.

Borini 6 – Titolare nonostante lo scetticismo di molti, si inventa l’assist per il vantaggio di Bonaventura. Prova a darsi da fare sull’esterno, ma raramente si rivela pericoloso (dal 71′ Laxalt 6 – Entra in campo quando il Milan è già sulle gambe, non riesce ad incidere).

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. soffio - 1 anno fa

    Musacchio nessun errore grave??? Il primo gol del Napoli è tutto merito suo , da una palla a Bilia mentre è pressato, di testa non ne prende una. Il più scarso centrale della serie A 3

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy