Zamparini: “Ieri abbiamo giocato meglio del Milan”

Zamparini: “Ieri abbiamo giocato meglio del Milan”

Il giorno dopo la sconfitta del suo Palermo contro il Milan, Zamparini si dice molto amareggiato per un risultato che forse sarebbe potuto essere diverso.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

The day after. Ieri il Milan ha battuto il Palermo per 2-1 grazie alla rete nel finale di Gianluca Lapadula, ma i rossoneri non hanno sfoggiato la loro miglior prestazione, più che altro per un aspetto psicologico: dopo il vantaggio gli uomini di Vincenzo Montella hanno staccato la spina, convinti di avere ormai il match in tasca. Errore gravissimo, da non ripetere.

Come di consuetudine, ormai, dopo le vittorie del Milan, un esponente del club sconfitto dichiara che il risultato è stato bugiardo e che ci sono stati episodi arbitrali che lo hanno penalizzato. A farlo stavolta è direttamente il presidente dei rosanero Maurizio Zamparini. Ecco le sue parole ai microfoni di Radio Rai: “Il Milan di Montella è il Milan di Montella. C’è una differenza tecnica importante tra noi e loro. Noi però ultimamente prendiamo troppi gol. Ieri sera siamo stati sfortunati e l’arbitro non ci ha dato due rigori. A De Zerbi avevo detto una cosa: il Milan ha un solo giocatore pericoloso che è Suso… Non mi spiego come sia possibile che lo abbiamo lasciato libero di tirare svariate volte. In ogni caso abbiamo giocato alla pari del Milan, forse anche meglio. Due episodi sfortunati ci hanno battuto. Come Berlusconi, sono anche io in trattativa da qualche mese per cedere il Palermo ai cinesi. Ormai il calcio va in questa direzione”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan, occhi su Keita della Lazio

Berlusconi ha accettato il ruolo di presidente onorario

Bacca diventa un caso: 5 partite senza gol, Lapadula scalpita

SEGUICI SU: Facebook  ///  Twitter   ///  Google Plus  ///  Telegram

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-12957633 - 3 anni fa

    vatteneeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy