Verso MILAN – INTER: KUCKA titolare, MÉNEZ nel finale

Verso MILAN – INTER: KUCKA titolare, MÉNEZ nel finale

Lo slovacco Juraj Kucka ha vinto il ballottaggio con Andrea Bertolacci e sarà in campo dall’inizio nel derby: per il francese Jérémy Ménez probabili 15′

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Juraj Kucka Milan

Ci si avvicina a grandi passi verso il derby di Milano, in programma questa sera, alle ore 20.45, in uno stadio ‘San Siro’ colorato di rossonero. Secondo quanto riportato stamattina da ‘La Gazzetta dello Sport’, rispetto alla formazione che, sabato scorso, ha pareggiato per 2-2 ad Empoli, Sinisa Mihajlovic ha optato per un solo cambio, con l’inserimento, a centrocampo, del più fisico e coriaceo Juraj Kucka al posto del più geometrico Andrea Bertolacci.

Kucka, in rete allo stadio ‘Olimpico’ di Roma contro i giallorossi tre settimane orsono, nelle intenzioni di Mihajlovic dovrà assicurare muscoli e chili al settore mediano del Milan, in opposizione ad un centrocampo nerazzurro che, da sempre, fa della fisicità il suo punto forte. Per il resto, tutto confermato, con M’baye Niang titolare in attacco al fianco di Carlos Bacca (complice anche l’infortunio al costato di Luiz Adriano, non convocato).

Si rivede, nella lista dei convocati del Milan, anche il francese Jérémy Ménez, che andrà in panchina e che, al massimo, potrà disputare i 15′ finali della stracittadina. Un recupero importante in vista della seconda parte di stagione: il trequartista transalpino, va ricordato, nello scorso campionato fu il trascinatore del Milan guidato da Filippo Inzaghi con 16 reti in Serie A. Non sono stati convocati per Milan – Inter nemmeno Antonio Nocerino (in trattativa con diverse franchigie della Major League Soccer statunitense), da tempo fuori dal progetto tecnico di Mihajlovic, e Nigel de Jong, per il quale, oltre che un leggero infortunio, sono ore calde nella trattativa che dovrebbe condurlo negli Stati Uniti per indossare la maglia dei Los Angeles Galaxy.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy