Verso Bologna-Milan, Inzaghi: “Fiducia della società? Sono sereno. Su Gattuso …”

Verso Bologna-Milan, Inzaghi: “Fiducia della società? Sono sereno. Su Gattuso …”

Filippo Inzaghi, tecnico del Bologna ed ex giocatore ed allenatore rossonero, ha parlato a Casteldebole in conferenza della sfida di domani contro il Milan

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Filippo Inzaghi, tecnico del Bologna ed ex giocatore ed allenatore rossonero, ha parlato a Casteldebole in conferenza stampa della sfida di domani contro il Milan (clicca qui per tutte le news sul match in tempo reale). Queste le dichiarazioni di Inzaghi, come riportato da ‘TuttoMercatoWeb‘:

Sulle contestazioni dei tifosi:“Parliamo solo di calcio. Quello che è successo a Casteldebole mi ha colpito, gesto riprovevole. Sono vicino ai dirigenti. Io e i miei giocatori abbiamo un motivo in più per fare una grande partita contro il Milan”.

Sulle condizioni climatiche e sul ritiro: “Decideremo dove allenarci visto che a Casteldebole c’è la neve. Siamo in ritiro da ieri perché vogliamo stare insieme ed uscire insieme da questo momento. E stata una settimana lunga, spero arrivi presto la partita”.

Sulla sua situazione: “Non ho mai pensato fosse cambiato nulla tra i dirigenti e me. Ero molto sereno. La società sa come lavoro, i giocatori sanno come lavoro. Essere in discussione fa parte del nostro mestiere. Il mio post su Instagram era per dare fiducia a tutti. Sapevo che bisognava lottare per la salvezza, sappiamo che dobbiamo tutti dare di più. Io ci credo alla salvezza, ci credo fortemente”.

Sul Milan e Gennaro Gattuso: “Gattuso è un grande amico. Ci siamo sentiti poco tempo fa quando era in difficoltà. Sarà una giornata particolare per quello che è stato il Milan per me, una società sempre e per sempre nel mio cuore”.

Sul momento dei rossoneri: “Gli obiettivi del Milan erano chiari. Ad Atene se rigioca la partita 100 volte la vince 99 se ha Jesús Suso in campo perché è giocatore che fa la differenza. Il divario tecnico c’è ma dobbiamo dare il massimo e curare i dettagli. Noi abbiamo una grande occasione, mancano più di 20 partite, quello che ci manca è un risultato positivo. Siamo migliorati in tante cose ma non basta per portare a casa i 3 punti. Davanti al nostro pubblico, però, abbiamo grandi responsabilità”.

Su come sta la sua squadra: “Dobbiamo avere adrenalina a mille. Vedo la squadra carica. Potrebbe non bastare la partita perfetta però penso che possiamo fare una grande gara e dare tutto”.

Sugli errori individuali: “Li stiamo pagando. Ho consigliato ai ragazzi di fare qualcosa in più quando si sbaglia, in fatto di cura dei dettagli e lavoro. Mangiare, dormire… tutto serve per migliorare la concentrazione ed evitare errori”.

Sugli infortunati: “Erick Pulgar non ci sarà, Mitchell Dijks ha la febbre, vedremo se gli passerà. Gli altri sono a disposizione”.

Sui tifosi: “I mille tifosi venuti a Empoli li porto nel cuore perché starci vicino è molto d’aiuto. Siamo in debito verso i tifosi e il nostro presidente”.

Su Joey Saputo: “Saputo non l’ho sentito. Bisogna tenerselo stretto perché è una persona perbene e ci tiene alla squadra. La luce è dietro l’angolo. Voglio vedere combattere tutti”.

IL SUO AMICO GATTUSO, INTANTO, CORRE IL RISCHIO DI NON ESSERE CONFERMATO A FINE STAGIONE. CHI POTREBBE PRENDERNE IL POSTO? PER SCOPRIRLO, CONTINUA A LEGGERE >>>

+++A DICEMBRE due gare del MILAN in diretta su DAZN. Guardale gratis! CLICCA QUI+++

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy