Tampone coronavirus: il Codacons denuncia calciatori e influencer

La denuncia dell’associazione comnsumatori, il Codacons, contro calciatori e influencer circa le corsie preferenziali che godono per il tampone coronavirus

di Giacomo Giuffrida, @GG_Giuffrida
Emergenza Coronavirus - Covid-19

ULTIME NEWS – Tampone coronavirus, scoppia la polemica. E la denuncia. Sì, è il Codacons (associazione consumatori) che ha presentato una denuncia alla Procura di Milano contro calciatori e influencer, o in generale persone particolarmente note al grande pubblico. Perché? Per via delle “corsie preferenziali” di cui godono per effettuare il tampone per verificare l’eventuale positività CoVid-19.

Questo è quanto spiega il Codacons: “Da più parti si segnala la difficoltà dei cittadini di sottoporsi al tampone in caso di sospetto contagio. Difficile riuscire a contattare i numeri messi a disposizione dalle autorità sanitarie, e quando si riesce a parlare con qualcuno la richiesta del test viene spesso negata. Questo non succede però a calciatori, vip e personalità varie, che in queste ore stanno comunicando l’esito degli esami cui si sono sottoposti, dimostrando l’esistenza di una corsia preferenziale in loro favore”.

L’attacco anche ai giornalisti: “Anche giornalisti come Bruno Vespa hanno chiesto e ottenuto il tampone, che è stato realizzato in tempi record. Eppure – scrive calcioefinanza.it – di fronte all’emergenza tutti i cittadini devono essere considerati allo stesso modo dalle autorità sanitarie. Per tale motivo il Codacons presenta oggi un esposto alla Procura della Repubblica di Milano, chiedendo di aprire una indagine per la fattispecie di abuso d’ufficio”. E in serata è arrivato il video-messaggio di Paolo Maldini, che parla delle sue condizioni di salute >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy