Rivoluzione fuorigioco, più potere al guardalinee e meno al Var

Rivoluzione fuorigioco, più potere al guardalinee e meno al Var

Novità in arrivo nel mondo del calcio. Per il fuorigioco ci sarà infatti una nuova regola, il Var sarà meno protagonista, spetterà al guardalinee decidere..

di Alfredo Novello

NEWS MILAN – Rivoluzione in vista per la regola del fuorigioco. Lo scrive “La Repubblica”, spiegando che l’Ifab è pronto a reintrodurre la tolleranza e a restituire maggior potere ai guardalinee. Il riferimento è ai casi in cui il fuorigioco è millimetrico, in cui basta la punta di uno scarpino oltre la linea dei difensori per annullare un gol.

Proprio riguardo questo, ha parlato il segretario generale Lukas Brud: “In teoria un fuorigioco di un millimetro è fuorigioco, ma se la prima decisione è di non fischiarlo e poi il Var deve usare 12 telecamere, vuol dire che errore chiaro ed evidente non era. Lo comunicheremo presto a tutte le competizioni”.

Per questo motivo è già allo studio un’informativa per le Federazioni che spieghi come applicare la tecnologia ai casi limite, quelli in cui la distanza tra attaccante e difensore è millimetrica. L’obiettivo è quello di disattivare la Var e la chiamata dei varisti nei casi in cui la decisione non sia chiarissima: decisione che quindi resterebbe quella del guardalinee.

Per regolamento, la posizione dell’attaccante va analizzata nell’istante esatto in cui l’autore del passaggio entra in contatto con la palla. Tuttavia, da tempo ci si è accorti che la Tv non permette di scegliere sempre il fotogramma esatto. A volte nel frame selezionato nella sala Var, la sfera è ancora attaccata al piede, ma il passaggio è già iniziato.

Tra un frame e l’altro, l’attaccante che corre per ricevere il pallone può spostarsi fino a 13 centimetri, ed essere punito dal Var per un fuorigioco che in realtà non c’è. In Inghilterra ne è nata una vera e propria battaglia, alimentata dal fatto che quattro membri dell’Ifab su otto sono designati dalle federazioni britanniche.

Per ora la regola non cambia, ma la novità potrebbe essere effettiva con la ripresa della Champions League a febbraio. L’Ifab  vuole mettere ulteriore chiarezza sulla questione Var:  deve risolvere solo gli errori chiari ed evidenti. La Serie A sta per tornare, il Milan aspetta la Sampdoria a San Siro, per le ultime continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy