Ranieri: “Mancini può far bene. Riparto da un bel progetto”

Ranieri ha toccato diversi temi d’attualità. Dalla Nazionale di Macini al campionato italiano, fino al proprio futuro. Ecco le parole dell’allenatore.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Resterà per sempre nella storia del calcio per aver vinto la Premier League con il Leicester. Stiamo parlando ovviamente di Claudio Ranieri, allenatore che ha finito la stagione al Nantes e ora è alla ricerca di una nuova avventura. In occasione dell’evento Football Leader, Ranieri ha parlato di diversi argomenti, ecco le sue parole raccolte da RMC Sport.

Sulla Nazionale di Mancini: “Mancini ha fatto benissimo e ha vinto all’estero, porterà la sua esperienza alla nazionale italiana”.

Sul gap tra Juventus e Napoli: “La Juventus ha costruito la propria forza nella società. De Laurentiis sta costruendo la propria forza proprio nella società e quindi bisogna fare i complimenti al Presidente, perchè sta tenendo il Napoli ad altissimo livello, sta facendo vedere grandi cose. È riuscito a prendere l’allenatore più vincente di tutti. Per cui complimenti e sicuramente Ancelotti porterà la sua esperienza al Napoli e con l’aiuto dei tifosi napoletani ci potrà far vedere un campionato ancora più avvincente”.

Su Sarri in Inghilterra: “Premesso che non so se andrà in Inghilterra, ma ovunque vada, si diceva che non fosse pronto per una grande panchina, invece ha dimostrato che lo è e ha dimostrato a tutto il mondo che è pronto anche per l’estero. Per cui sono convinto che se dovesse andare fuori farà benissimo anche fuori”.

Sulla Roma: “Non so se può colmare il gap con Napoli e Juventus, dipende. Dipende sempre dagli acquisti che si fanno. Noi allenatori siamo bravi se ci danno giocatori bravi…”

Se la Roma può migliorare l’ultima stagione: “Io credo ci si possa aspettare un ulteriore salto di qualità perchè Di Francesco è al primo anno che allena la Roma. Ha preso in mano lo spogliatoio molto bene, ha già un’ottima base per poter lavorare e aspettiamo se ci saranno anche a Roma degli acquisti”.

Se in Italia può esserci una favola come il Leicester: “Difficile… Se è stata favole è proprio perchè capita una volta ogni 100 anni. Per cui aspettiamo altri 98…”

Cosa dovrà tenere Ancelotti da Sarri: “Sta ad Ancelotti capirlo. Io non posso dire quello che dovrà o non dovrà cambiare e cosa dovrà aggiungere. Sicuramente sarà un gioco diverso, ma resterà l’impronta di Sarri”.

Se ripartirà dall’estero: “No, penso a partire da un buon progetto ovunque sia”.

Sul rapporto con il Nantes: “Il rapporto è stato bellissimo, ci siamo lasciati da buoni amici e io devo solo ringraziare il presidente del Nantes, che mi ha permesso di tornare ad allenare in Francia”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Ranieri: “Gattuso straordinario ma per l’Europa occhio alla Fiorentina”

Ranieri: “Io CT? Nessuno mi ha chiamato. Balotelli merita l’Azzurro”

Ligue 1, il PSG batte Ranieri grazie a Di Maria: Monaco a 11 punti

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy