Panchina Milan – L’ipotesi Spalletti rimane viva: pro e contro

L’ex allenatore dell’Inter Luciano Spalletti è una delle alternative per la panchina del Milan della prossima stagione. Vediamo insieme i pro e i contro

di Antonio Tiziano Palmieri

NEWS MILAN – Il Milan continua a ragionare per il futuro soprattutto per quel che riguarda la panchina.

Fra le varie opzioni, è sempre viva quella che vedrebbe Luciano Spalletti come prossimo allenatore rossonero. Va ricordato che l’allenatore toscano era già stato cercato da Paolo Maldini e Zvonimir Boban dopo l’esonero di Marco Giampaolo a inizio ottobre. Per problemi contrattuali con la sua vecchia società (l’Inter) il matrimonio non si è concretizzato, e la società rossonera ha virato su Stefano Pioli. Potrebbe essere arrivata l’ora giusta per Spalletti al Milan in estate? Vediamo i pro e i contro di un possibile suo approdo in rossonero.

PRO SPALLETTI

Conosce la realtà del calcio italiano: è infatti uno dei veterani ormai della nostra Serie A. Le avventure positive con Udinese, Roma (2 volte) e Inter lo mettono in alto fra le classifiche dei migliori allenatori italiani degli ultimi 15 anni. Fra le sue avventure italiane anche quelle con Empoli, Sampdoria, Venezia e Ancona.

Voglia di rivalsa per l’avventura finita male con l’Inter: con i nerazzurri, Spalletti ha fatto 2 stagioni, centrando in entrambe le stagioni l’obiettivo prefissato della Champions League. La sua voglia di tornare ad alti livelli potrebbe fare la differenza, non solo in lui ma anche nei giocatori che andrà ad allenare.

CONTRO SPALLETTI

Carattere complicato: il carattere di ‘Big Luciano’ non è di certo fra i più facili e malleabili. Qualora dovrebbe trovarsi ad allenare un altro carattere forte come quello di Zlatan Ibrahimovic, potrebbero sorgere dei problemi. In questo senso, Spalletti in passato ha avuto disguidi con Francesco Totti e Mauro Icardi. Quell’Icardi che, scherzo del destino, potrebbe ritrovare in rossonero visto che le ultime notizie di calciomercato, parlano anche di uno scambio Milan-PSG che riguarderebbe l’argentino e Gianluigi Donnarumma.

Mercato non solo di giovani: la filosofia impostata dal Milan nell’ultimo anno, potrebbe scontrarsi con la volontà da parte di Spalletti, di un mercato in grande stile fatto anche di giocatori affermati e non solo di giovani.

Detto questo, Spalletti è una delle alternative al grande favorito: il tedesco Ralf Rangnick. In corsa ci sono anche Unai Emery e Stefano Pioli, che si gioca le sue chance di riconferma dopo il discreto lavoro che ha fatto con la squadra.

E in caso di permanenza di Pioli, gli scenari futuri che riguardano Zlatan Ibrahimovic, potrebbero cambiare. Per saperne di più clicca qui >>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy