Suso e Donnarumma, unici superstiti, super-usati

Dell’undici tipo rossonero sono rimasti solo Suso e Donnarumma. E i due sono anche i soli ad aver giocato finora tutti i 1080 minuti di campionato.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Ecatombe: “Sacrificio di più vittime agli dei nell’antica Grecia”. Ciò che sta succedendo a Milanello è un qualcosa di molto simile, altrimenti non si spiegherebbe come l’infermeria possa essere così intasata. Sono ben 11 i giocatori non al meglio, tra acciaccati e infortunati, e il sospetto che sia un dono agli dei in cambio di una ricompensa inizia a sorgere. Anche se, in realtà, più Gennaro Gattuso perde pezzi, più vede complicarsi l’obiettivo di restare aggrappato al quarto posto. Dell’undici titolare “tipo” del Milan sono rimasti solo in due in vista dello scontro diretto contro la Lazio di domenica prossima: Gianluigi Donnarumma e Suso, tra l’altro gli unici che finora hanno giocato tutti i 1080′ del campionato (entrambi ora autorizzati a fare scongiuri di ogni tipo).

Fermi ai box ci sono infatti Andrea Conti, Mateo Musacchio, Mattia Caldara, Alessio Romagnoli, Davide Calabria, Lucas Biglia e Giacomo Bonaventura. A cui si aggiungono gli acciaccati Franck Kessie e Hakan Calhanoglu e lo squalificato Gonzalo Higuain (per il quale si attende il ricorso, ma che salterà certamente la Lazio).

Spetterà dunque al 99 e all’andaluso caricarsi sulle spalle la squadra contro la Lazio per tentare di ottenere un risultato positivo. Se Gigio nel corso di questi anni è stato più volte punzecchiato sulla poca maturità tra i pali, come se fosse ancora un ragazzino. Se ha intenzione di dimostrare il contrario, questo è il momento buono. Davanti avrà un solo difensore centrale di ruolo (Cristian Zapata) e dunque i suoi interventi potrebbero essere più importanti che mai.

Discorso diverso invece per Suso. Lo spagnolo più volte si è comportato da vero leader, cercando di sbrogliare situazioni complicate fino all’ultimo e cercando giocate decisive. Inoltre, come detto, non si è mai tirato indietro, giocando ogni partita quest’anno come gli anni passati, quando non aveva modo di rifiatare neanche nelle coppe per mancanza di alternative. Ciò che gli si appunta è un po’ di mancanza di continuità. Non sempre la ricerca della giocata decisiva è coincisa con la trovata della stessa. Qualcuno dice non sia un giocatore capace di fare la differenza come i grandi campioni ed è per questo che, anche per lui, non c’è momento migliore di ora per dimostrare il contrario.

Il Milan di Gattuso si affida a loro, Gigio e Suso. I due stacanovisti rossoneri che anche stavolta saranno chiamati agli straordinari per migliorare un record già loro e raggiungere i 1170′ stagionali.

INTANTO SI PENSA A COME RISOLVERE IL PROBLEMA INFORTUNI SUL MERCATO, ECCO CHI PUO’ ARRIVARE IN DIFESA… CONTINUA A LEGGERE>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy