Montolivo e Honda, i simboli del nuovo Milan

Montolivo e Honda, i simboli del nuovo Milan

Il Milan sta riscoprendo due giocatori che sembravano non aver più niente da dare: Montolivo e Honda

di Gianluca Raspatelli
Riccardo Montolivo, centrocampista del Milan

Riccardo Montolivo e Keisuke Honda sono l’emblema del nuovo Milan di Sinisa Mihajlovic. Non solo per le ultime ottime prestazioni di entrambi, ma per la rivalsa dei due rispetto la prima parte di stagione, e più in generale rispetto a tutta la loro avventura al Milan.

Questa sarà il “girone delle rivincite“, come lo ha definito Mihajlovic, e proprio per questo la voglia di rivincita è perfettamente a tema con questo momento della squadra. Sia Montolivo sia Honda sono stati fischiati diverse volte nella prima metà di stagione, e il fatto che invece adesso si siano guadagnati gli applausi fa di loro l’esempio di ciò che vuole il tecnico serbo: i risultati attraverso l’impegno.

Lo stesso Mihajlovic ieri in conferenza stampa ha sottolineato la rivincita che i due centrocampisti si stanno prendendo nei confronti delle critiche.

Montolivo è sempre stato un regista, più abile a costruire che a distruggere. Invece si è messo a disposizione della squadra, e capendo che il Milan aveva bisogno di quantità in mezzo al campo è diventato il primo recupera-palloni d’Europa. Stesso discorso per Honda, che da trequartista si è trasformato in tornante di destra, e macina i chilometri di un fluidificante piuttosto che di un numero 10.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy