Milan verso il no al rifinanziamento con Highbridge: le novità

Venerdì scade l’esclusiva del Milan con il fondo Highbridge: difficilmente i rossoneri rifinanzieranno Elliott con i soldi derivati dal primo fondo

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

Novità importanti per il Milan dal punto di vista finanziario: i rossoneri, infatti, che poche settimane fa hanno ricevuto il ‘no’ della Uefa per il voluntary agreement, dovranno rifinanziare il debito di 303 milioni con il fondo statunitense Elliott entro ottobre di quest’anno. Per farlo, sembrava trovata l’intesa con un altro fondo, Highbridge, con il quale scade venerdì l’esclusiva. Come riporta l’Ansa, però, la società di Via Aldo Rossi non ha ancora accettato la proposta di Highbridge e molto probabilmente non lo farà nemmeno nei prossimi giorni. Nella prossima settimana, inoltre, l’ad Fassone partirà per la Cina, dove incontrerà il presidente Yonghong Li e l’executive director, oltre che membro del cda, David Han Li: un’ulteriore occasione per parlare della situazione debito.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Repubblica – Fassone parafulmine, Yonghong Li silenzioso. Le ultime su Highbridge

Milan, Highbridge disposto a prestare 400 mln: le novità

Highbridge, ecco il fondo che studia il rifinanziamento del Milan

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy