Milan: l’ex Bonaventura ha già punito la Dea

La sfida di sabato contro l’Atalanta può essere decisiva nella stagione rossonera. E per Jack Bonaventura è un match importante anche a livello individuale

di Michele Neri, @micheleneri98

Dentro o fuori. Se Milan-Atalanta non è così decisiva, poco ci manca. Il Diavolo allora dovrà affidarsi al suo uomo più lucido, Giacomo Bonaventura. In primis perché Suso non sarà della gara causa squalifica. Poi ovviamente perché da quando è arrivato Gattuso è sempre stato il migliore. E ultimo motivo, ma non meno importante: è un ex, e quindi ci tiene a fare bene.

All’Atalanta è cresciuto e ha disputato 8 stagioni, alcune magnifiche. E quando l’ha poi incontrata con la maglia del Milan, una volta l’ha pure giustiziata. Era il 30 maggio 2015, ultima giornata di Serie A. La Dea era passata in vantaggio con un colpo di testa di Baselli a difesa immobile. 1-0 meritato, visto che i bergamaschi avevano pure colpito una traversa con il Tanque Denis. Su rigore Pazzini pareggiò i conti al minuto 36. E qualche istante più tardi il tap-in di Bonaventura portò il Milan avanti prima dell’intervallo. Ancora Jack, con un altra rete “bruttina”, molto simile alla prima, chiuse i conti nel secondo tempo. Il successo per 1-3 non aiutò comunque il Milan di Inzaghi, che concluse la stagione al decimo posto.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Verso Milan-Atalanta, Gasperini: “Ho molto rispetto del Milan”

Milan-Atalanta, sarà Fabbri l’arbitro della gara

Bonaventura torna Jack di cuori: il Milan ha bisogno di lui

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APP: iOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy