Milan, i tormentoni del 2020: Arnault e il “ci siamo quasi”

MILAN NEWS – Doveva essere a inizio anno, poi in estate, infine a ottobre e a fine anno. Arnault non è ancora proprietario del Milan, che resta di Elliott.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi
Bernard Arnault Milan

MILAN, IL TORMENTONE ARNAULT

Milan, il 2020 è stato l’anno del tormentone Arnault

NEWS MILAN – Secondo molti, il 2020 sarebbe dovuto essere l’anno del passaggio di proprietà del Milan dal fondo Elliott al gruppo LVMH, di proprietà di Bernard Arnault. Si è parlato per tantissimo tempo di una vera e propria trattativa tra le parti, che addirittura era entrata in una fase cruciale. Tutto è partito proprio a inizio anno, il 7 gennaio, quando secondo molti la trattativa aveva accelerato e si sarebbe potuti arrivare a una chiusura nel giro di qualche mese. Voci prontamente smentite dallo stesso gruppo LVMH, ma secondo molti solo per circostanza.

Proprio gennaio è stato uno dei mesi più “caldi”, in cui addirittura Arnault in persona è arrivato a chiarire di non voler investire nel mondo del calcio. Poi la quiete a febbraio: le parole di Arnault hanno evidentemente frenato tutto. A inizio marzo, però, subito il rilancio di alcuni giornalisti, che noi vi abbiamo riportato, secondo cui il Milan sarebbe stato stato già venduto. Ma insomma, è davvero tutto inventato? Ovviamente no. Una trattativa tra le parti c’è e ve lo abbiamo anche anticipato, quando a maggio le cose sono entrate davvero nel vivo.

A luglio si è parlato addirittura di un incontro in programma tra Elliott e Arnault. E, forse casualmente, poco dopo il ricco francese era in vacanza in Italia. I tifosi hanno iniziato dunque a sognare e qualcuno ha ipotizzatto anche i primi regali di uno degli uomini più ricchi del mondo: Guardiola e Mbappé. Ad agosto la voce si sparge sempre di più e arrivano sempre più conferme: Arnault vuole chiudere per il Milan.

Infine, a ottobre si è vociferato di un pre-accordo tra le parti, con lo stadio però come tassello fondamentale e a novembre Arnault ha fatto davvero sognare con un: “Italia fondamentale per LVMH”. Per ora nessuna novità. Insomma, qualcosa bolle in pentola, ma ancora di chiuso non c’è forse niente. Lo stadio sembra davvero essere il tassello fondamentale per provare poi a chiudere. Un interesse c’è, i tifosi sognano per il 2021.

CALCIOMERCATO AC MILAN – LE NEWS DELL’ULTIM’ORA >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy