news milan

Milan-Fiorentina, le pagelle: attacco fantasma, Calabria top fino al gol

Luca Fazzini

 Davide Calabria, terzino del Milan (credits: GETTY Images)

Donnarumma 6 – Preciso nelle uscite, non viene mai chiamato in causa dagli attaccanti viola.

Abate 6 – Torna nella posizione da terzino, ma prosegue il buon momento di forma: bravo a sbrogliare diverse pratiche in fase difensiva (dall’83’ Conti sv).

Zapata 6.5 – Attento e preciso su Simeone, non concede mai spazi all’attaccante viola. Nessuna pecca in fase difensiva.

Romagnoli 6 – Come il compagno di reparto, è attento e preciso: l’area rossonera rimane zona di non conquista per gli attaccanti toscani.

Rodriguez 6.5 – Nel primo tempo chiude bene su Chiesa, contendo ogni attacco del numero 25. Nella ripresa ok su Gerson. Ci prova con un tiro dal limite e con un colpo di testa, ma Lafont è attento in ambo i casi.

Calabria 5.5 – Gioca fuori ruolo e disputa una gara più che discreta, ma ha sulla coscienza il gol viola, facendosi saltare troppo facilmente da Chiesa.

Mauri 6.5 – Le tante assenze gli concedono una maglia da titolare: lui ricambia con corsa, palloni recuperati e personalità. (dal 67’ Cutrone 5 – Entra opaco anche lui: nel finale spreca una grande chance).

Calhanoglu 5 – Nel primo tempo si costruisce tre occasioni da gol, ma non le sfrutta mai. Troppo timido e poco concreto sotto porta, fatica ancora ad accendersi e a regalare qualità alla manovra del Milan.

Suso 5 – Non si accende mai: prova a illuminare l’attacco saltando un paio di avversari ad inizio ripresa, ma tira anziché servire un compagno e spreca una grande chance. Evanescente nei tentativi di trovare qualcosa di buono.

Higuain 5 – Prosegue il digiuno dal gol: non va mai vicino alla rete ed è troppo solo al centro dell’attacco rossonero.

Castillejo 5 – Lo spagnolo è un vero fantasma nel pomeriggio di San Siro: zero dribbling, zero spunti, pochissimi palloni toccati. (dal 67’ Laxalt 5 – Entra e sbaglia tantissimo: imbarazzante).

"

tutte le notizie di

Potresti esserti perso