Milan, è guerra tra banche: il punto

Milan, è guerra tra banche: il punto

Ecco le parole del giornalista Luca Pagni, dal proprio blog personale, sul futuro prossimo del Milan a livello societario

di Donato Bulfon, @DonatoBulfon

Il Milan è sempre al centro delle voci in relazione al proprio futuro societario e all’ormai probabile ingresso di un nuovo socio. Ne ha parlato anche il giornalista di Repubblica, Luca Pagni, esperto anche di economia e di Milan.

Ecco le sue parole dal proprio blog personale “Bollettino Milan”:

“Breve aggiornamento da New York, dove sono in corso le trattative per il passaggio di proprieta’ del Milan. Non e’ solo una sfida tra due investitori americani, ma anche tra banche d’affari. Da una parte abbiamo un fondo di investimento di cui fanno parte piu’ di una famiglia di imprenditori (secondo le informazioni raccolte dal Bollettino ci sarebbe anche Rocco Commisso, gia’ proprietario della squadra di calcio dei Cosmos di New York): si avvalgono della consulenza della banca Goldman Sachs. Dall’altra parte, in un altro grattacielo, aspettano risposta i componenti della famiglia Ricketts, proprietario dei Chicago Cubs, squadra professionista di baseball, i quali sono seguiti dalla banca Morgan Stanley.

Come finira’? Per quanto e’ stato possibile ricostruire, Goldman Sache si e’ mossa per prima nei mesi scorsi e ha fatto partire la trattative e ha svolto quella che si chiama al due diligence (in pratica, si mandabno esperti a valutare con la massima precisione il patrimonio e i bilanci della societa’ che si vuole acquistare). Morgan Stanley, invece, si e’ mossa successivamente: questo significa che sconta un ritardo che puo’ essere compensato, per esempio, con una offerta piu’ alta.

Il fatto che la famiglia Ricketts sia uscita allo scoperto (ne hanno scritto tutti i giornali americani, a dimostrazione di quanto sia popolare il Milan nel mondo dello sport) ha sicuramente provocato una accelerazione. Una gran fortuna per mister Yonghong Li che puo’ mettere due offerte una contro l’altra. O, perlomeno, puo’ costringere il mister X portato da Goldman Sachs a migliorare la sua.

Ma non c’e ancora molto tempo da aspettare. Intanto perche’ lunedi dovrebbe arrivare la sentenza Uefa. E, con tutta probabilita’, sara’ pesante, quasi certa l’eslusione dall’Europa Legue. Inoltre entro fine mese, mister Li deve ersare i 32 milioni dell’aumento di capitale che non ha coperto venerdi’ scorso, dando via libera al fondi Elliott che se ne e’ fatto carico e che ora chiedera’ di prendere possessoe del pacchetto di maggioranza avuto in pegno al meomento del prestito da 303 milioni concesso un anno fa. Ma tutto fa pensare che, in un modo o nell’altro, il Milan cambiera’ proprietario. E sara’ di nazionalita’ americana”.

Ecco, minuto per minuto, tutto quello che sta succedendo in casa Milan a livello societario…

 

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy