news milan

MILAN ALLE PRESE CON L’ENIGMA JÉRÉMY MÉNEZ

Stasera, alle ore 20.45, il Milan affronterà all’Allianz Arena di Monaco di Baviera il Bayern Monaco per la prima gara dell’AUDI Cup 2015. I rossoneri avranno tutta la rosa a disposizione: sono ben 26, infatti, i giocatori...

Daniele Triolo

 Jeremy Menez (acmilan.com)

"Stasera, alle ore 20.45, il Milan affronterà all'Allianz Arena di Monaco di Baviera il Bayern Monaco per la prima gara dell'AUDI Cup 2015. I rossoneri avranno tutta la rosa a disposizione: sono ben 26, infatti, i giocatori convocati dal tecnico Siniša Mihajlović per la prestigiosa kermesse amichevole. Sono rimasti a casa Michael Agazzi, Cristian Zaccardo e Simone Verdi, che non rientrano nei piani tecnici del Milan, oltre a Jérémy Ménez, rimasto ad allenarsi a Milanello per recuperare da un affaticamento muscolare che, di fatto, lo aveva messo fuori causa anche dalla recente tourneé cinese. Il cannoniere rossonero dell'ultima stagione (16 reti in Serie A), però, secondo la redazione di 'Calciomercato.com', resta sotto osservazione per vari motivi. Prima di tutto, per una questione tattica: se l'anno scorso, alle dipendenze di Inzaghi, nel 4-3-3 del tecnico piacentino, il francese poteva partire largo o giocare da 'falso nueve', quest'anno, nel 4-3-1-2 dell'allenatore serbo Ménez diventa di difficile collocazione sul rettangolo di gioco, in quanto Mihajlović, davanti, preferisce due centravanti di ruolo, come Carlos Bacca e Luiz Adriano, in attesa di Zlatan Ibrahimović, ed il suo impiego come trequartista non risulta sempre attuabile, vista la scarsa propensione del francese a fare da raccordo tra le linee di centrocampo e attacco: un lavoro che, al contrario, svolgono bene Keisuke Honda e Giacomo Bonaventura. Ecco perché Ménez, che con tutta probabilità verrà valutato da Mihajlović il 12 agosto nel Trofeo TIM contro Inter e Sassuolo, non figura ancora sul mercato ma potrebbe finirci qualora alla società rossonera arrivassero offerte superiori ai 10 milioni di euro.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso