Milan, alla scoperta del prossimo AD Ivan Gazidis

Conosciamo meglio il prossimo amministratore delegato del Milan, Ivan Gazidis, che dal primo dicembre sarà un nuovo dirigente milanista

di Donato Bulfon, @DonatoBulfon

Nella giornata di oggi, il Milan ha ufficializzato il prossimo arrivo, esattamente dal primo dicembre, di Ivan Gazidis, che lascerà l’Arsenal e diventerà il nuovo amministratore delegato dei rossoneri. Ecco le sue prime parole da milanista: “Sono entusiasta di accettare questa nuova sfida e farò tutto ciò che è nelle mie possibilità per riportare il Milan al top. Ho l’opportunità di iniziare contando su un gruppo di giocatori di talento, su colleghi che lavorano con il massimo impegno e sulla forte leadership sportiva di Leonardo, Maldini e Gattuso. Sono grato al Presidente Paolo Scaroni, al Consiglio di Amministrazione del Club e alla proprietà per la fiducia che ripongono in me”.

Gazidis, come analizzato da Il Sole 24 Ore, prima di diventare dirigente dell’Arsenal, ha contribuito proficuamente alla nascita della Major League Soccer americana: nato a Johannesburg ma cresciuto a Manchester, nel 2001 è diventato vice commissario della MLS e successivamente supervisore dell’area marketing e business della stessa. L’ormai ex Arsenal ha collaborato anche con la Federcalcio del Messico e, per l’organizzazione della Gold Cup, con la Concacaf.

Il ritorno in Europa, almeno a livello professionale, avviene nel 2009 con il ruolo di CEO dell’Arsenal e nel giro di 9 anni, il fatturato passato dai 263 milioni di euro ai 487 odierni. Una crescita costante, senza picchi, ma a livello dei grandi club europei. Miglioramento non dovuto soltanto ai diritti televisivi inglesi, ma anche da altri ricavi, riconducibili proprio a Gazidis. Come, ad esempio, la partnership con Emirates, main sponsor del club e titolare dello stadio. Nel 2009, la grande azienda aerea versava 5.5 milioni di euro annuali nella casse dei Gunners, salvo arrivare oggi a 40 milioni, sponsorizzazione inferiore solo ai due club di Manchester che sono gli unici davanti anche nei ricavi. Con Gazidis è arrivata anche la sponsorizzazione da 10 milioni con l’ente turistico del Ruanda e quella di 40 con Puma. Le cifre attuali del Milan sono nettamente inferiori, con i 15 milioni della stessa Puma e gli altri 15 di Emirates. Nessun miracolo o un Re Mida, ma Gazidis è riuscito a competere con le altre big, restando tra i primi 10 fatturati europei anche senza grandi risultati sportivi.

Rileggi, in tal senso, le parole del presidente rossonero, Paolo Scaroni, sul prossimo arrivo di Gazidis al Milan, CLICCA QUI!

++ Guarda Gratis per un mese DAZN!! CLICCA QUI ++

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy