news milan

MIHAJLOVIC: “Obiettivo raggiunto. Contento per gli attaccanti”

Sinisa Mihajlovic, ex allenatore del Milan (credits: GETTY Images)

Ecco le parole di Sinisa Mihajlovic dopo la larghissima vittoria del Milan contro l'Alessandria nella semifinale di ritorno di Coppa Italia

Edoardo Lavezzari

Dopo aver parlato alle televisioni, l'allenatore del Milan Sinisa Mihajlovic ha commentato la vittoria della sua squadra anche in sala stampa, ecco le sue parole: "Volevo fare i complimenti all'Alessandria e a mister Gregucci per quello che hanno fatto in questa Coppa. Complimenti anche al pubblico che ha incitato la squadra sempre in modo corretto nonostante il risultato, sono stati un esempio vero".

L'Alessandria: "Ho visto una squadra compatta, organizzata, sapevamo che sono una buona squadra per la loro categoria. So che sono in flessione rispetto all'andata. Per noi era fondamentale centrare la finale e con questo risultato largo, serviva un atteggiamento giusto e lo abbiamo messo in campo, siamo contenti. Conoscendo Angelo so che porterà a casa gli obiettivi dell'Alessandria"

Il primo traguardo della stagione: "Quando la partita si avvicinerà proveremo a vincerla, anche per giocarci un secondo secondo trofeo, la Supercoppa. Purtroppo in questo Milan tanti giocatori non hanno mai vinto nulla e anche io come allenatore, per questo vogliamo vincerla, ma adesso dobbiamo pensare solo al campionato"

Poli, Menez e Balotelli: "Poli è stato bravo, non era facile mettere questa intensità dopo tutto questo tempo, è una garanzia con il suo atteggiamento. Mario e Jeremy si vede che non sono in condizione, dovranno essere fondamentali assieme a Luiz Adriano vista l'assenza di Niang. Per domenica vediamo chi mettere, l'atteggiamento mi è piaciuto, ma invece la condizione deve crescere molto"

I gol degli attaccanti: "Per loro è sempre importante fare gol, sono reti fondamentali per la fiducia e l'autostima, sono giocatori che adesso stanno recuperando. Da domani torna anche Luiz Adriano, nessuno dei tre sta benissimo, ma solo giocando possono recuperare la condizione"

La condizione di Zapata: "Sicuramente adesso tutti i centrali stanno bene, l'unico modo per farli convivere è fare la difesa a 3. Sarà contento il Presidente (ride ndr)"

Abbiati in finale: "Mancano tre mesi, è impossibile dirlo adesso"

L'altra semifinale: "Domani non cambia nulla chi vince, se dovesse arrivare la Juve in finale e vincere lo scudetto, noi avremmo la possibilità di giocarci Coppa Italia e Supercoppa. Poi sarei anche contento se dovesse farcela l'Inter, per Mancini, ma è molto difficile"

Le parole di stima di Gregucci: "Ci conosciamo da tanti anni, siamo amici, abbiamo trascorso tanti anni assieme e siamo sempre in vacanza. Ricambio quello che ha detto è un ottimo allenatore"

Josè Mauri: "Mi dispiace avere poche possibilità di farlo giocare, ma si allena sempre al massimo, avrei voluto metterlo dall'inizio, ma sono contento di averlo messo almeno un tempo"

Roma-Fiorentina: "Sicuramente non possono vincere tutte e due, giocano prima di noi, qualunque risultato ci darà una carica in più domenica contro il Sassuolo che è una squadra molto organizzata. Il Milan non ha mai vinto là, ma c'è sempre una prima volta..."

Menez: "Se anche dovesse giocare domenica sicuramente non sarà il miglior Menez, non è ancora a posto fisicamente: ha fatto due gol, ma si vede che ancora non sta bene. Sarà certamente un giocatore fondamentale per il finale di stagione"

Luiz Adriano: "Non credo che sarà pronto per domenica"

Dal nostro inviato a San Siro Edoardo Lavezzari

tutte le notizie di

Potresti esserti perso