MIHAJLOVIC: “Al Milan ruoli molto chiari, il problema è la testa, non il modulo”

Sinisa Mihajlovic, in conferenza stampa alla vigilia di Milan-Verona, ha parlato di gioco, atteggiamento, dell’influenza di Berlusconi sui rossoneri

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Sinisa Mihajlovic, foto PianetaMilan.it

L’allenatore del Milan, Sinisa Mihajlovic, ha tenuto quest’oggi a Milanello la consueta conferenza stampa della vigilia delle gare del suo Milan. Domani l’avversario si chiama Hellas Verona, e Mihajlovic ha voluto focalizzare la sua attenzione anche sul gioco e l’atteggiamento della sua squadra in questo particolare momento della stagione: “C’è sempre da migliorare qualcosa, ma contano poco gli schemi, conta la testa – ha evidenziato Mihajlovic ai cronisti presenti -. Contro Samp e Carpi abbiamo giocato con gli stessi giocatori e lo stesso modulo eppure avete visto tutti che differenza. Il problema è la testa, non il modulo. Comunque non è colpa dei giocatori, ma mia: sono io che li devo motivare bene, farli rendere al massimo. Tutte le squadre sono organizzate e quando giocano contro il Milan, come è ovvio, danno tutto. Per questo serve l’atteggiamento e la cattiveria giusta. Noi purtroppo non siamo Barcellona o Bayern Monaco che solo tecnicamente possono vincere le partite, anche senza giusto atteggiamento”. Mihajlovic ha voluto anche far notare come Silvio Berlusconi sia ovviamente figura molto influente nell’ambiente rossonero, ma non invadente in merito a scelte che, sulla carta, non dovrebbero competere al Presidente: “Ha parlato con la squadra di questioni tecniche con il mio benestare, perchè l’allenatore sono io e i ruoli al Milan sono molto chiari”, la precisazione di Mihajlovic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy