Marani: “Milan, su Ibrahimovic non puoi costruire il futuro”

Matteo Marani, giornalista sportivo, ha parlato delle mosse del Milan sul mercato e, in particolare, del ritorno di Zlatan Ibrahimovic in questo gennaio

di Daniele Triolo, @danieletriolo

NEWS MILAN – Il giornalista sportivo Matteo Marani ha parlato, ai microfoni di ‘Sky Sport‘, delle mosse del Milan per quanto concerne il calciomercato invernale.

“Le situazioni di Jesús Suso, Krzysztof Piatek e Lucas Paquetá si assomigliano molto. Hanno il comune denominatore che sono usciti dall’arrivo di Zlatan Ibrahimovic e quindi da quando il Milan ha iniziato a cambiare volto. Ibrahimovic non è la persona su cui costruire il futuro, speravi che lo fossero i giocatori che hai comprato spendendo circa 70 milioni un anno fa. Ora il Milan deve vendere, senza svendere. Sono stati investimenti molto onerosi che hanno però dato poco. In questo momento i rossoneri sono cambiati. Suso non avrà tutte le colpe di questo mondo, Paquetá non si sarà inserito a dovere… ma detto tutto ciò bisogna però prendere atto che il Milan si è fatto un’altra fisionomia”.

“Giocano Rafael Leão e Ante Rebić. Gioca Samu Castillejo. Il Milan ora è da un’altra parte. Bisogna dire che il Milan questa volta non aveva scelta – ha concluso Marani -. Negli anni passati poteva ed ha speso moltissimo, questa volta i rossoneri non avevano soldi da spendere. Malgrado questo i risultati sono migliorati. Il Milan in emergenza economica ha trovato l’unico giocatori che per cifre poteva tamponare questa situazione. E ora dovrà cercare di vendere bene questi giocatori per poter poi acquistare bene nuovi giocatori”. Intanto, il Diavolo si prepara a salutare anche un altro suo prezioso calciatore: per le ultime, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy