Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN NEWS

Colombo-Spal, partenza sprint e poco altro: Milan, cosa fare con lui?

Lorenzo Colombo, attaccante del Milan in prestito alla Spal (Getty Images)

Lorenzo Colombo e un'avventura a due facce con la maglia della Spal. Il Milan punterà su di lui nella prossima stagione? Il punto

Renato Panno

A poco più di due mesi dalla fine della stagione, il Milan non può che iniziare a fare le prime valutazioni di calciomercato in vista della prossima stagione. Ovviamente, in questo momento, le energie di tutti i componenti del club sono rivolte al grande obiettivo scudetto, che sarebbe un premio enorme per un lavoro virtuoso da tutti i punti di vista. Tra giovani a cui credere e altri mandati in prestito a farsi le ossa, i rossoneri sono sempre vigili sui talenti in casa e non da visionare al meglio. Oltre a Yacine Adli e Tommaso Pobega, che troneranno dai prestiti con Bordeaux e Torino, ci sarà anche quello di Lorenzo Colombo.

Ma facciamo un po' di ordine. Dopo la trafila nelle giovanili del Milan il classe 2022, nella stagione 2020/2021, è stato promosso a vice Zlatan Ibrahimovic anche con buoni risultati: dopo un precampionato che ne ha evidenziato le qualità, Colombo ha segnato anche un gol decisivo in Europa League contro il Bodø/Glimt. Sei mesi in cui si è misurato nel calcio dei grandi, che però hanno portato al prestito in Serie B alla Cremonese. Qui, dopo 13 presenze e un gol, torna nuovamente in rossonero, dove è soltanto di passaggio. Il forte pressing della Spal porta ad un altro prestito secco, stavolta annuale, per continuare a crescere e a giocare il più possibile.

Il suo impatto a Ferrara è da sogno: 6 gol e 1 assist in 15 partite e tanti attestati di stima dei dirigenti che lo paragonano a Christian Vieri. Poi l'oblio. L'ultimo gol di Colombo in Serie B è addirittura datato 30 novembre 2021 nella sconfitta casalinga contro il Lecce. L'attaccante, complice anche il rendimento non esaltante della Spal, che ha vinto solo 2 partite su 13 nel 2022, sembra aver dimenticato come si fanno i gol.

E il suo futuro adesso è sempre più nebuloso. Il possibile arrivo di Divock Origi potrebbe togliergli ulteriore spazio in un reparto che, attualmente, ha in Marko Lazetic il giovane talento di riferimento. Per questi motivi il suo futuro è davvero difficile da decifrare, ma una cosa è certa: senza una reazione convinta sarà difficile vederlo con la maglia del Diavolo addosso per il prossimo anno. Milan, un big lascia il Manchester United a parametro zero: i rossoneri ci pensano.

Le ultime notizie sul Milan anche su Google News: CLICCA QUI E SEGUICI

tutte le notizie di