Inter-Milan, per Pioli tabù derby da sfatare: dalle beffe ai ribaltoni

MILAN NEWS – Pioli ha un conto in sospeso con i derby. Tra Lazio, Inter e Milan solo amarezze. Un vero e proprio tabù da sfatare.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi
Stefano Pioli Milanello Milan

Ultime Notizie Milan: Pioli, tabù stracittadine da sfatare

MILAN NEWS – Da quando è arrivato sulla panchina rossonera tutto è cambiato: la squadra dalla metà della classifica viaggia ora con una media punti da primissimi posti. I destini di Stefano Pioli e del Diavolo sono ovviamente intrecciati, ma ora l’allenatore emiliano deve pensare anche a ribaltare il proprio destino, come scrive la Gazzetta. Nei derby non ha mai avuto vita facile ed è arrivato il momento di cambiare le cose. Sabato pomeriggio ci sarà Inter-Milan, l’occasione buona per invertire la tendenza negativa, che dura ormai da quando Pioli allenava la Lazio. In quell’occasione venne esonerato proprio dopo una sconfitta contro la Roma. Alla luce della Madonnina, invece, sia sponda nerazzurra che rossonera non è ancora riuscito a vincere dopo tre tentativi: due con l’Inter e uno col Milan, lo scorso febbraio.
In rossonero ha rigenerato la squadra, ridando identità e fiducia, ma soprattutto risultati. Il Milan è tornato in Europa, anche se non senza soffrire. È riuscito anche a vincere con la Juventus nei mesi scorsi. Insomma, bilancio più che positivo, a cui manca il tassello del prossimo Derby. Anche perché l’ultimo grida ancora vendetta. Era il 9 febbraio e per Pioli e tutti i milanisti è stata una notte da incubo: prima l’illusione con il 2-0 a fine primo tempo, poi il clamoroso 4-2 finale per l’Inter. Da lì in poi, però, il Milan ha svoltato totalmente e domani c’è da chiudere il cerchio. Per prendere una rivincita e per sfatare questo fastidioso tabù.
Perché i numeri sono chiari: dal 2015 i derby sono stati una maledizione. L’allenatore rossonero ne ha viste davvero di ogni tipo. Il primo è stato l’11 gennaio del suddetto anno, sulla panchina della Lazio. Prima il doppio vantaggio con Stefano Mauri e Felipe Anderson, ma Francesco Totti fa doppietta e all’ultimo sancisce il 2-2. I tre successivi sono andati anche peggio: tre sconfitte per 2-1, 2-0 e 4-1. Quest’ultimo da esonero. Con l’Inter non va meglio: due pareggi su due, entrambi per 2-2. Il secondo, quello del famoso gol di Cristian Zapata al 97′. Anche quello in rimonta e con gol all’ultimo secondo. Di quello col Milan se n’è già parlato e non è il caso di ripeterlo.

CALCIOMERCATO MILAN – LE NEWS DELL’ULTIM’ORA >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy