PM – Il Milan ora cambia gli equilibri della Lega

Il Milan ora starà dalla parte degli investitori stranieri (e non) che più vogliono “innovare” la Serie A, tornando a un asse con Juventus, Roma ecc.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Il Milan ha cambiato proprietà, di nuovo. I rossoneri non sono più, ormai da un paio di settimane, in mano a Yonghong Li. Il cinese è sparito quasi nel nulla e il club di via Aldo Rossi è passato in mano a Elliott. Il fondo statunitense ha intenzioni chiare: riportare il Milan nell’elite del calcio mondiale, ma senza fretta e senza mettersi contro la UEFA che sembra intenzionata a dare fiducia alla nuova proprietà rossonera.

Tanti cambiamenti già effettuati e tanti ancora ce ne saranno a Casa Milan. Già la dirigenza è stata rivoluzionata, molto presto saranno inserite altre nuove figure, anche se con un ritorno al passato che ricorda gli anni di Silvio Berlusconi e Adriano Galliani.

Potrebbero cambiare, grazie al nuovo Milan, anche gli equilibri in Lega. I rossoneri negli ultimi mesi, infatti, si erano un po’ allontanati dall’asse con la Juventus e con la Roma che per anni avevano “frequentato”. Adesso, però, con Elliott il Milan tornerà molto probabilmente a sostenere le stesse idee dei club che hanno proprietà intente a investire. Una posizione che potrebbe andare a modificare gli equilibri in Lega, con il Milan che spesso è stato ago della bilancia e che potrebbe dunque essere di nuovo decisivo in alcune scelte. Ovviamente questo asse è quello che tende a innovare maggiormente la Serie A, che guarda maggiormente ai ricavi che potrebbero arrivare da sponsor o dall’estero. Soprattutto se dovesse arrivare Ivan Gazidis, manager internazionale. Anche se l’Arsenal ha per ora frenato tramite un comunicato. Clicca qui per leggerlo.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy