Gattuso a Sky: “Sconfitta giusta. Donnarumma? La colpa è di tutti non sua”

Gennaro Gattuso, tecnico del Milan, ha parlato ai microfoni di ‘Sky Sport’ al termine del derby della Madonnina contro l’Inter: le sue dichiarazioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Gennaro Gattuso, tecnico del Milan, ha parlato ai microfoni di ‘Sky Sport’ al termine del derby contro l’Inter. Queste le dichiarazioni di Gattuso: “Ai punti l’Inter meritava più di noi, ma ci sono tante cose positive oggi. Contro una squadra più fisica di noi abbiamo giocato un calcio che non ci piace e ci siamo riusciti lo stesso. Ci sono tante cose positive oggi, fino al 92′ la squadra ha saputo soffrire. Giocare contro di loro e avere così tanti calci piazzati contro non è facile. Il rammarico è non aver sfruttato i contropiedi negli ultimi 15/20 minuti quando eravamo più freschi di loro”.

Donnarumma: “Non gli diciamo niente, è un errore di tutta la difesa: c’è l’errore di Musacchio, quello di Abate, Romagnoli che esce presto su quel passaggio. La colpa è di tutti, è stata una lettura sbagliata, ma le partite si perdono tutti assieme, abbiamo giocato con troppa paura, per questo abbiamo perso”.

La fisicità del match: “Quando vai a giocare così tanto sui contrasti, sulle seconde palle, quando devi rincorrere fai fatica. Dovevamo palleggiare di più e meglio, oggi non siamo riusciti a giocare pulito. L’Inter butta tanti uomini sistematicamente in aerea, abbiamo chiesto agli attaccanti esterni di coprire molto, soprattutto a Calhanoglu e per questo poi abbiamo fatto molta più fatica”.

La mancanza di coraggio: “Cutrone l’ho fatto entrare per Calhanoglu che aveva speso tanto, ma non volevo cambiare assetto tattico perchè nel secondo tempo a parte i calci piazzati non abbiamo mai sofferto, poi andare al cross e metterli in difficoltà con la fisicità era inutile, gli fai il solletico”.

Le ammonizioni: “Loro sono più forti fisicamente, ma oggi la squadra ha dato tanto, tutto. La squadra sull’aspetto fisico e mentale mi è piaciuta molto. Parliamo del risultato, l’Inter meritava e ha fatto più di noi, ma anche noi siamo riusciti a creare le nostre occasioni”.

Il rammarico: “Quello più grande è negli ultimi 15/20 minuti: abbiamo intercettato 4/5 palloni e siamo ripartiti, ma abbiamo sbagliato l’ultima scelta. A livello tecnico abbiamo sbagliato qualcosa”.

CLICCA PER LEGGERE LE NOSTRE PAGELLE

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. massimo.grego@gmail.com - 2 anni fa

    bonaventura, suso e il turco non sono da milan, ci vogliono giocatori che giochino per la squadra e che abbiano gli attributi giusti. inutile avere un forte centravanti e non passargli mai il pallone. è meglio cambiare modulo e valorizzare i giovani piuttosto che puntare su mezzi giocatori, che non faranno mai la differenza. Passare ad un 3-5-2 senza i milionari non sarebbe un azzardo, ma forse vivo nell’isola di “utopia”….
    Forza Milan

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy