Gattuso a Sky: “Infortuni? Niente alibi. Vittoria meritata, siamo in crescita”

Il tecnico rossonero Rino Gattuso si è espresso così sulla prestazione del Milan, oggi di scena alla “Dacia Arena” contro l’Udinese

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Il tecnico rossonero Rino Gattuso ha commentato così la prestazione contro l’Udinese del suo Milan, ai microfoni di Sky Sport: “Venivamo dal gol subito con l’Inter è stata una mazzata, la “zona Romagnoli” mi piace. Oggi meritavamo di vincere, non era facile venire a giocare qua con tutti questi infortunati. Loro sono una squadra fisica, ti stanno sempre addosso, anche sui calci piazzati. Nel secondo tempo la squadra mi è piaciuta molto, adesso dobbiamo recuperare energie. Caldara e Biglia sicuramente non li ritroviamo, gli altri dobbiamo recuperarli tutti perchè giochiamo ogni tre giorni”.

Higuain: “Ha sentito una fitta alla schiena, lui 7/8 anni fa ha fatto un intervento alla schiena, vedremo, speriamo che non sia nulla di grave”.

L’espulsione: “Non ho detto nulla, mi hanno espulso perchè sono uscito dall’area tecnica ed è giusto così”.

La classifica: “Noi dobbiamo guardare avanti, prima non eravamo scarsi, non siamo diventati bravi all’improvviso. Dobbiamo fare più punti possibile, poi vedremo dove arriveremo. Le vittorie aiutano a lavorare con calma, la palla non pesa più 100 KG, si può lavorare in modo più tranquillo”.

Le assenze: “Siamo stati un po’ sfortunati, qualcosa abbiamo lasciato per strada, adesso pensiamo una partita alla volta. Domani giorno libero, per recuperare, poi martedì prepariamo la partita col Betis, una squadra che palleggia e ci fa soffrire. Oggi sono contento perchè Castillejo e Borini sono entrati e hanno fatto una grandissima partita e questo è importante, abbiamo bisogno di tutti. La difesa ha giocato bene, ma Kessié e Bakayoko hanno fatto benissimo, li hanno aiutati”.

Gli errori: “Nella ripresa Suso e Castillejo riuscivano a venire incontro e a trovare l’imbucata, nel primo tempo non ci siamo riusciti. Abbiamo cambiato qualcosa oggi, perchè Bakayoko è un giocatore molto fisico e ti permette di lanciarsi con le sue spizzate. Sicuramente a Castillejo serve più veleno sotto porta, quando arriva la davanti si vede che non è abituato”.

Le cose che funzionano: “Quando ho conosciuto Suso un anno fa era quasi impensabile farlo venire in mezzo, era abituato a stare largo e voleva palla sui piedi, invece ora ci mette entusiasmo, ma non è solo lui, è da parte di tutti: i ragazzi mi stanno dando tanto adesso. Oggi era facile cercare degli alibi con tutti queste assenze, si poteva dare la colpa ai preparatori se avessimo voluto fare i furbi, invece abbiamo deciso di lavorare e stare zitti, cercandoci le nostre responsabilità”.

Il gol: “Cosa ho pensato quando non tiravano nell’azione decisiva? Non posso dirlo”.

Il Milan femminile: “Carolina Morace mette fieno in cascina, viene a vedere i miei allenamenti e piange per la sua squadra, poi sta facendo grandissime cose. Ha cambiato il modo di stare in campo, palleggiano, giocano dal basso, le ho fatto i complimenti. Quando c’è la partita in tv la seguo, sono orgoglioso di quello che sta facendo”.

CLICCA QUI PER LE NOSTRE PAGELLE

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy