CLARENCE: LA MEDIA PUNTI NON BASTA

di Angelo Taglieri

Samuel Umtiti (fonte foto: Daniele Buffa/Image Sport)
Clarence Seedorf (fonte foto: Daniele Buffa/Image Sport)
Clarence Seedorf, con ogni probabilità, il prossimo anno non sarà l’allenatore del Milan. Per diatribe interne, per spiccata personalità, perché non si piega a chi detiene il potere, il tifoso rossonero non capisce bene il motivo, ma tace e apprezza quello che il tecnico olandese sta facendo. 6 vittorie nelle ultime 7 partite, 32 punti conquistati da quando è arrivato, 10 punti in più di Allegri con due gare ancora da giocare, il derby riportato a casa dopo 3 anni e mezzo e una media punti seconda solo a quella di un certo Carlo Ancelotti. Bastano? A quanto pare no, Silvio e Galliani vogliono altro, cercano altro, ma non sanno ancora chi.Clarence, dal canto suo, fa di tutto per cercare una conferma: rilascia un’intervista non concordata, nella quale usa toni pacati, porgendo la mano al presidente, cambia modulo per far vedere che la sua è una mente aperta al cambiamento e, come scritto prima, vince! Silvio Berlusconi ha detto che se ne parlerà a fine campionato, il tifoso attende al fianco di Seedorf.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy