Brasile-Svizzera: focus sulla partita di Rodriguez

Il terzino sinistro del Milan e della Nazionale elvetica Ricardo Rodriguez ha giocato 90 minuti nella gara d’esordio del Mondiale contro il Brasile

di Redazione

fonte:acmilan.com

C’era grande attesa in Russia per il debutto al Mondiale di Germania e Brasile. Per i primi, l’esordio si è rivelato un incubo, visto il ko finale in favore del Messico maturato grazie al gol di Lozano. Per i secondi, invece, sono tornati a riecheggiare gli spettri dell’ultimo torneo iridato giocato proprio in casa. Merito della Svizzera, squadra matura e abile nel limitare le giocate dei verdeoro di Tite, costringendola all’1-1 finale. Nelle fila svizzere, da segnalare la buonissima partita giocata da Ricardo Rodriguez, sempre concentrato e sicuro in fase di non possesso palla.

Nei 90′ giocati alla Rostov Arena, il numero 68 rossonero è stato protagonista di una prestazione solida. Dalla sua parte, si è trovato più volte ad affrontare Willian, avversario abile nell’uno contro uno e dotato di una tecnica di base importante. Come si nota dalla heat map, Ricardo non ha solo contenuto le avanzate verdeoro, ma ha cercato di incidere anche in fase offensiva, come dimostrano i 5 cross effettuati (record per i suoi), i 29 passaggi positivi (è lo svizzero con la percentuale di passaggi riusciti migliore nel match, 90.6%) e i 2 dribbling riusciti.

Un punto prezioso quello raccolto dalla formazione di Petkovic, che guarda ora con fiducia alla prossima sfida contro la Serbia capolista. Un match (in programma venerdì 22 giugno, ore 20.00) che darà un quadro più chiaro sulle possibilità di passaggio del turno da parte della Svizzera. Se per il terzino elvetico il Mondiale è partito nel migliore dei modi, un altro tesserato rossonero è costretto a fare le valigie per tornare a casa: ecco perché.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy