Bakayoko a Milan TV: “Contro la Lazio vogliamo vincere. Su Higuain e Calhanoglu…”

Tiémoué Bakayoko, centrocampista centrale del Milan, ha parlato ai microfoni del canale tematico rossonero: le dichiarazioni dell’ex Monaco e Chelsea

di Donato Bulfon, @DonatoBulfon

Tiémoué Bakayoko, centrocampista centrale del Milan, ha parlato ai microfoni del canale tematico rossonero, ‘Milan TV‘. Queste le dichiarazioni dell’ex Monaco e Chelsea: “Ero lo stesso giocatore che avevate di fronte all’inizio, forse mi sento meglio nella squadra, riesco ad immagazzinare tutte le informazioni necessarie a livello tattico, tecnico e di posizione da tenere in campo…mi sento più sicuro rispetto a qualche settimana fa, mi serviva giocare per esserlo, e ora sto finalmente ingranando”.

Su cosa migliorare: “Posso migliorare in tutto, ho ancora 24 anni, ho tutto il tempo per fare ancora progressi…non sono ancora arrivato al mio livello massimo, posso crescere nel recupero della palla, nella tattica, nella gestione dei momenti salienti e dei momenti meno importanti della partita, poi penso che posso migliorare tecnicamente, andare un po’ più veloce…posso crescere in tutti gli aspetti del mio ruolo…Non posso che migliorare! Ma ho tempo e tutto ciò che serve per migliorare”.

Su Juventus e la Lazio: “Dopo la sconfitta con la Juventus eravamo tutti delusi! Anche se molti pensano che la Juventus non abbia difetti, noi ci credevamo e volevamo vincere…perciò quando abbiamo perso eravamo per forza molto delusi. I nostri tifosi sono stati straordinari, hanno fatto tutto il possibile e un gran tifo già prima del match…Ora dobbiamo guardare avanti, ci aspetta una partita molto importante contro la Lazio, conta solo questo. Purtroppo abbiamo tanti infortunati, succede ma non siamo molto fortunati, sono anche giocatori molto importanti, come Lucas Biglia  o Musacchio. Proveremo a fare a meno di loro e ottenere ugualmente risultati importanti, per fare in modo che il loro recupero sia il migliore possibile. Si, contro la Lazio sarà una partita importantissima! Ci sono appena passati davanti, ma noi crediamo di vincere la partita, fare un buon risultato perché il nostro obiettivo è finire nelle prime quattro”.

Sui compagni: “Se potessi rubare qualche qualità ai miei compagni di squadra, sceglierei l’atteggiamento mentale di Higuain e la tecnica di calcio di Calhanoglu…Un mio gol? Spero di segnarlo contro la Lazio! Basta così però!”.

Sull’Italia: “Con l’italiano sto facendo piccoli progressi, ho iniziato a prendere lezioni, quindi da qui a qualche mese penso che inizierò a parlare in italiano. Ogni volta bisogna avere a che fare con una cultura diversa, un paese diverso, non è mai facile imparare una nuova lingua e come funzionano le cose in un nuovo paese. Per quanto mi riguarda, il passaggio dall’Inghilterra all’Italia sta andando bene, però bisogna adattarsi e non è mai facile. Il campionato italiano è  difficile tatticamente. Penso che il livello sia molto alto, simile alla Francia, non molto lontano dalla Premier League inglese. È un ottimo campionato”.

Sul suo momento, il gruppo e la società: “A piccoli passi, mi sono preso il mio tempo, sapevo che non sarebbe stato facile, ma penso che nelle ultime partite si sia visto un Bakayoko di buonissimi livello. Ora non posso che migliorare. I compagni? Kessié mi aiuta molto, è gentilissimo, ma anche tutti gli altri compagni mi stanno molto vicino per tutto. Ora spero di migliorare ancora di più. In quest’ultimo mese mi è stata vicina tutta la società, compresi Leonardo e Maldini, così come Gattuso e tutti i compagni. Così ho potuto mostrare quello che so fare in allenamento e in partita. Si aspettano molto da me, è normale, fino ad oggi mi hanno aiutato tutti, e ora spero che tutti insieme possiamo continuare a crescere e raggiungere un livello più alto”.

Su mister Gattuso: “È una persona sempre molto vicina a noi giocatori. Tutti conosciamo la sua carriera, è un uomo con tantissimi valori e ora da allenatore li sta trasmettendo a tutti noi. Mi dà molta fiducia, mi chiede di giocare come so, con semplicità e di aggiungere la mia qualità alla squadra ogni partita un po’ di più”.

Su Maldini: “Ho enorme rispetto per Paolo Maldini. Da quando sono arrivato mi è sempre stato vicino ed è stato subito molto importante, fin dal primo giorno. Se devo ispirarmi a qualcuno, scelgo un giocatore come lui”.

Sulla sua giornata tipo: “Mi alzo al mattino e vado agli allenamenti, poi pranzo a casa o qui a Milanello, dipende dalle occasioni, poi faccio un riposino, guardo le mie serie tv preferite o passo del tempo ai giocare ai videogame con i miei amici”.

VUOI CONOSCERE LE DICHIARAZIONI DI DONNARUMMA? CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy